22.6 C
Palermo

“Ricette false per intascare rimborsi”: medici e farmacisti nei guai a Catania

DaLeggere

Due medici di medicina generale sospesi ed otto farmacisti indagati. Secondo gli investigatori i professionisti avrebbero fatto prescrizione fittizie di farmaci attraverso ricette mediche emesse a nome di ignari pazienti. Le accuse sono di truffa al servizio sanitario regionale e falso ideologico. Per loro è scattata l’interdizione dalla professione per nove mesi.

Questo è il risultato dell’indagine della Procura della Repubblica di Catania e condotta dai militari del Nas . La presunta truffa ammonterebbe a due milioni di euro nei confronti del servizio sanitario regionale.

L’indagine si è sviluppata dopo un maxi sequestro di farmaci effettuato alcuni mesi fa durante un’ispezione in una farmacia di Adrano. In quella occasione erano state scoperte circa 2.000 confezioni di farmaci integre e in corso di validità. Alle confezioni erano stati staccati i bollini adesivi che, di norma, vengono trattenuti dai farmacisti al momento della consegna e attaccati alla ricetta medica per ottenere il rimborso dell’Asp.

in seguito, con la collaborazione della Commissione di vigilanza farmaceutica dell’Asp sono state scoperte oltre 200 ricette mediche irregolari.

- Sponsorizzato -

Leggi anche:

SCRIVI UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Sponsorizzato -

Ultimi articoli