11.7 C
Palermo
domenica 18 aprile 2021 - Ultimo aggiornamento alle 09:57

Cresce l’attesa per “MAMMA!”, il singolo di Giulia Mei a breve in radio e digitale

DaLeggere

Coronavirus, riaperture e zone gialle dividono gli esperti: ecco cosa dicono

Le zone gialle e le riaperture di alcune attività dal 26 aprile, privilegiando quelle all’aperto, dividono gli esperti. Ad essere particolarmente preoccupato Andrea Crisanti.

Coronavirus in Italia, 15.943 contagi e 428 morti: il bollettino del 16 aprile

Sono 15.943 i contagi regione per regione da Coronavirus in Italia oggi, 16 aprile, secondo i dati del bollettino della Protezione Civile.

Covid, ok alle riaperture di cinema e teatri all’aperto: via pure alle lezioni in presenza

Riaperture cinema e teatri all’aperto, dal 26 aprile gli spettacoli all’esterno saranno consentiti. Lo riferiscono fonti di governo al termine della cabina di regia a Palazzo Chigi sulle misure anti Coronavirus in Italia.

Covid in Italia, 16.974 contagi e 380 morti: il bollettino del 15 aprile

Sono 16.974 i contagi da Coronavirus in Italia oggi, 15 aprile, secondo i dati delle regioni nel bollettino della Protezione Civile.

Dopo i numerosi riconoscimenti ricevuti per l’album d’esordio “Diventeremo adulti” (finalista Targhe Tenco, Premio Speciale M.E.I. e tra le migliori opere del 2019 per il Forum del Giornalismo Musicale), Giulia Mei, pseudonimo della cantautrice palermitana Giulia Catuogno, annuncia l’uscita del suo nuovo singolo “MAMMA!” (etichetta discografica Snowball Music Group), disponibile in digitale (clicca qui) e in rotazione radiofonica a partire dal 7 aprile: un brano apparentemente leggero, ma che accarezza temi come la violenza contro il personale sanitario, il ponte di Genova o l’ambiguo mondo di Tik Tok. Il 21 aprile uscirà il videoclip.

Giulia, che si è appena aggiudicata la vittoria dell’ottava edizione del concorso musicale “Genova per Voi” (a lei sono andate la Targa Siae per la migliore autrice e il contratto editoriale con Universal Music Publishing Ricordi), racconta così il nuovo brano, di cui ha scritto testo e musica: “Una canzone dal gusto dance, tra arpeggiator e synth per parlare di questi tempi duri pieni di ipocrisie e contraddizioni”.

” ‘Mamma, ti prometto che mi laureo/e mi trovo un posto fisso/ proprio accanto al crocifisso’ recita il ritornello della canzone, volendo sarcasticamente alludere a quanto nonostante le problematiche della vita e del mondo siano ben più serie (specialmente in questo momento storico), nella nostra società sembri più importante garantire delle futili etichette, voltando la testa dall’altra parte.” La produzione è a cura di Giulia Mei, Vittorio Di Matteo e Dheli (Gabriele Deliperi). Il mix e mastering sono di Icaro Tealdi (Icarus Studio).

 

- Sponsorizzato -

Leggi anche:

SCRIVI UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Sponsorizzato -

Ultimi articoli

FOTO| Violento incendio nella notte a Messina, a fuoco un edificio di 3 piani

Stanotte intorno all'una  i vigili del fuoco del Comando di Messina sono intervenuti per un vasto incendio che ha coinvolto un casolare di tre piani.

Vasto incendio in un’azienda agricola di Catania: vigili del fuoco in azione

La squadra dei vigili del fuoco, del Distaccamento Sud del Comando Provinciale di Catania è intervenuta, ieri sera, per spegnere un incendio che ha coinvolto un'azienda agricola nei pressi della Collina Primosole.

Palazzo delle Aquile, Iv invoca il “modello Draghi”. Orlando: “Mai con Salvini”

“Chi propone l’alleanza con la Lega sconfessa la storia della città, il suo percorso consolidato negli ultimi anni", questa la risposta a Italia Viva del sindaco di Palermo Leoluca Orlando.

Covid, ancora zone rosse in Sicilia: “blindati” due comuni nel Siracusano

Continuano ad aumentare le zone rosse in Sicilia nonostante l'Isola sia rimasta in fascia arancione.

Open Arms, Samonà (Lega): “Salvini sarà processato per avere difeso l’Italia”

Così l'assessore regionale dei Beni Culturali e dell'Identità Siciliana Alberto Samonà (Lega) a proposito del rinvio a giudizio del leader della Lega Matteo Salvini.