19 C
Palermo
lunedì 17 maggio 2021 - Ultimo aggiornamento alle 02:14

Miceli (Pd): “La censura preventiva su Fedez? La vigilanza Rai intervenga”

DaLeggere

Coprifuoco, Speranza: “Dati in miglioramento, si può allentare”. Domani la cabina di regia

“Con dati in miglioramento possiamo allentare e poi superare il coprifuoco” in Italia. Lo dice il ministro della Salute, Roberto Speranza, durante la sua visita agli Internazionali d’Italia di Tennis a Roma. 

Coronavirus in Italia, 5753 contagi e 93 morti: il bollettino del 16 maggio

Sono 5.753 i contagi da Coronavirus in Italia oggi, 16 maggio, secondo i dati regione per regione nel bollettino della Protezione Civile.

Covid, gli effetti dei vaccini in Italia: crollo dei contagi e dei morti

Trentacinque giorni dopo la prima dose di vaccino, il rischio decesso per Covid cala del 95%; il rischio di ricovero del 90%; quello di contrarre l’infezione dell’80%.

Coronavirus, superata la soglia dei 27 milioni di somministrazioni in Italia

Sono 27.011.116 le dosi di vaccino contro il Covid somministrate in Italia e 8.475.672 (pari al 14,30% della popolazione) le persone che hanno ricevuto anche la seconda dose.

“Le pressioni esercitate da alcuni dirigenti Rai nei confronti di Fedez affinché non raccontasse in tv episodi di omofobia realmente accaduti e adeguasse il suo spettacolo alle aspettative del ‘sistema’, ammettono una sola definizione: squallida censura preventiva. Sull’episodio mi aspetto una immediata e dura presa di posizione della commissione di Vigilanza Rai. La Tv di Stato è e deve rimanere libera”. Così il deputato dem Carmelo Miceli, componente delle commissioni Giustizia e Antimafia.

Il riferimento è alle dichiarazioni fatte durante il Concerto del Primo maggio dal rapper che ha attaccato la Lega, tacciando di omofobia alcuni dei suoi componenti e denunciando il tentativo di censura che sarebbe stato operato dai vertici Rai. Il noto influencer, tra le altre cose, ha riportato alcune frasi di esponenti del Carroccio che in passato si sono scagliati contro gli omosessuali: su tutte “un figlio gay? Meglio metterlo nel forno“. Ed è a proposito di questi attacchi che Miceli chiede a Salvini se sia d’accordo o meno con le parole dei suoi colleghi di partito.

“Polemica interna alla sinistra?Io nel caso Fedez noto più il tuo squallido tentativo di buttare la palla in tribuna”, scrive su Twitter interpellando il senatore leghista. “Per non parlare delle vergognose frasi pronunciate dagli esponenti del tuo partito. A proposito, quelle frasi tu le condividi o le condanni?”.

Fedez caso politico: “La Rai voleva censurarmi”, ecco l’audio della telefonata

Per quanto riguarda i tentativi di censura denunciati da Fedez, invece, “La direzione di Rai3 – afferma l’azienda – conferma di non aver mai chiesto preventivamente i testi degli artisti intervenuti al concerto del Primo maggio, richiesta invece avanzata dalla società che organizza il concerto, e di non aver mai operato forme di censura preventiva nei confronti di alcun artista”. Il rapper ha replicato pubblicando su Twitter il video con la registrazione della telefonata avuta anche con Ilaria Capitani, vicedirettore di Rai 3. La Rai ha poi risposto affermando che la ripresa sarebbe stata manipolata.

 

- Sponsorizzato -

Leggi anche:

SCRIVI UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Sponsorizzato -

Ultimi articoli

Delitto Roberta Siragusa, il 26 maggio incidente probatorio davanti al gip

L'incidente probatorio per l'omicidio di Roberta Siragusa si svolgerà il 26 maggio davanti al gip di Termini Imerese Angela Lo Piparo. 

In Sicilia centri per l’assistenza dei migranti regolari in ogni provincia: il bando

In ogni provincia siciliana verrà attivato un centro polifunzionale per l'assistenza ai circa 190 mila migranti regolari presenti nell'Isola.

Covid in Sicilia, 405 nuovi contagi e 3 morti in un giorno: il bollettino

I dati del bollettino quotidiano del ministero della Salute: ecco le rilevazioni del 16 maggio.

La droga nascosta nelle mutande, 53enne incensurato in manette a Belpasso

In manette a Belpasso, Catania, un 53enne ritenuto colpevole di detenzione di droga ai fini di spaccio. Ad effettuare l'arresto i carabinieri della Stazione locale.

In casa con droga e munizioni, 21enne dai domiciliari al carcere nel Catanese

I carabinieri della Stazione di Belpasso hanno arrestato un pregiudicato di 21 anni del posto, in esecuzione di una ordinanza di aggravamento della misura cautelare.