20.7 C
Palermo
giovedì 17 giugno 2021 - Ultimo aggiornamento alle 08:42

In Sicilia centri per l’assistenza dei migranti regolari in ogni provincia: il bando

DaLeggere

AstraZeneca, class action Codacons: “Già 10mila richieste per il risarcimento”

Le adesioni all’azione collettiva lanciata dal Codacons per il risarcimento in favore di tutti i soggetti con meno di 60 anni che hanno ricevuto dosi di Astrazeneca “crescono di ora in ora".

Covid in Italia, 1400 contagi e 52 morti: il bollettino del 16 giugno

Sono 1.400 i nuovi contagi da Coronavirus in Italia secondo il bollettino di oggi, 16 giugno. Nella tabella si fa riferimento ad altri 52 morti. I tamponi fatti da ieri sono stati 203.173 tamponi con un tasso di positività allo 0,6%.

Italiano parla come mangi, si pronuncia e si scrive “cibersicurezza”: lo dice la Crusca

Il gruppo di linguisti Incipit ritiene che in italiano la parola "cibernetica", da cui si può far derivare il prefisso "ciber-" (che va pronunciato com'è scritto), indichi la strada preferibile per la formazione di neologismi.

Da domani esami di maturità per 540mila studenti: come funziona, le regole

Maturità 2021, domani si parte. Mercoledì 16 giugno oltre 540mila studenti dovranno affrontare l’ultimo scoglio della loro carriera scolastica e affrontare il tanto temuto e agognato esame di maturità.

In ogni provincia siciliana verrà attivato un centro polifunzionale per l’assistenza ai circa 190 mila migranti regolari presenti nell’Isola. A darne notizia, l’assessore regionale alle Politiche sociali, Antonio Scavone. È stato pubblicato, infatti, il bando con i fondi comunitari del progetto Su.Pre.Me., circa 1,4 milioni di euro, finalizzato all’attivazione di un centro di integrazione in ogni provincia per la presa in carico e l’assistenza dei soggetti provenienti da paesi terzi. All’interno è previsto il coinvolgimento di attori ed attività pubbliche e private con l’obiettivo di migliorare per i migranti regolari l’accessibilità del sistema dei servizi territoriali e tra questi, quelli sociali, sanitari, logistici, abitativi e di politiche attive del lavoro.

scavone
Antonio Scavone

“I migranti regolari fanno parte oramai del nostro tessuto sociale e costituiscono per alcune attività economiche della nostra regione, in primis l’agricoltura, una forza lavoro non indifferente – dice l’assessore Scavoneper questo, serve oggi assicurare nei loro confronti processi di integrazione, nonché di partecipazione attiva alla vita sociale delle comunità dove risiedono. Il progetto che abbiamo messo in campo con la creazione dei centri polifunzionali serve anche per assicurare loro adeguate misure di prevenzione e tutela della salute sui luoghi di vita e di lavoro, intervenendo con azioni di alfabetizzazione sanitaria e di formazione che li possano accompagnare verso l’inserimento nel mercato del lavoro regolare e alla loro piena autonomia”.

Dai dati in possesso dell’assessorato alle Politiche sociali la popolazione straniera da Paesi terzi censita al primo gennaio 2020 in Sicilia è di circa 190 mila persone. In particolare 15.151 ad Agrigento, 7.893 a Caltanissetta, 34.875 a Catania, 4.062 ad Enna, 27.987 a Messina, 34.143 a Palermo, 29.207 a Ragusa, 15.645 a Siracusa e 20.750 a Trapani.

“Sono numeri importanti – aggiunge Scavone  – di persone che sono diventate parte integrante della nostra società e per le quali occorre, ed è l’obiettivo del bando, sviluppare strategie territoriali in grado di offrire servizi utili soprattutto a prevenire e contrastare lo sfruttamento lavorativo, promuovendo processi di emersione e di integrazione sociale ed occupazionale dei migranti regolari”.

All’avviso pubblico potranno partecipare gli enti del terzo settore, sia in forma singola che associata con altri soggetti pubblici o privati, i quali dovranno indicare l’ambito territoriale per il quale partecipare oltre alla disponibilità dell’immobile da utilizzare come sede del centro. Il bando è stato pubblicato sul portale della Regione Siciliana, nella sezione Ufficio speciale immigrazione dell’assessorato regionale alle Politiche sociali, e si può consultare QUI.

- Sponsorizzato -

Leggi anche:

SCRIVI UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Sponsorizzato -

Ultimi articoli

Incidente mortale sulla A18, scontro tra due auto: minorenne perde la vita, 5 feriti

Incidente mortale nella notte sulla A18 dove ha perso la vita un minorenne e sono rimaste ferite gravemente 5 persone.

Sovrintendente Foss, Miccichè: “Dubbi sulla nomina, l’Ars faccia chiarezza”

"Chiederò All’Ars di esaminare i curricula per verificare se la scelta è caduta sul migliore. Tutto ciò era stato già anticipato dai giornali che evidentemente sapevano come sarebbero andate le cose”.

Sanità, Barbagallo: “Carenza di personale al Gravina di Caltagirone, situazione grave”

“Nel dibattito di oggi è emersa tutta la gravità della situazione dell'ospedale ‘Gravina’ di Caltagirone. Oggi anche la commissione sanità dell’Ars ha voluto vederci chiaro".

Covid in Sicilia, 168 nuovi contagi e 8 morti in un giorno: il bollettino

I dati del bollettino quotidiano del ministero della Salute: ecco le rilevazioni del 16 giugno.

VIDEO| Nuova eruzione dell’Etna, fontana di lava e pioggia di cenere su Catania

L'Etna dà spettacolo con una fontana di lava, durata circa un'ora, dal cratere di Sud-Est e l'emissione di un'alta nube eruttiva che si è trasformata in pioggia di cenere lavica.