24.9 C
Palermo
domenica 25 luglio 2021 - Ultimo aggiornamento alle 20:44

Covid in Italia, 1400 contagi e 52 morti: il bollettino del 16 giugno

DaLeggere

Covid in Italia, 4743 contagi e 7 morti: il bollettino del 25 luglio

Sono 4.743 i nuovi contagi da Coronavirus in Italia (ieri 5.140), secondo i dati del ministero della Salute diffusi dalla Protezione Civile.

Violenza sessuale sull’autobus, due anni di abusi su una disabile: 8 autisti indagati

Otto autisti dell’Amat, l’azienda di trasporto pubblico di Taranto, sono indagati per violenza sessuale aggravata ai danni di una ragazza disabile di vent’anni.

Tenta di uccidere la moglie davanti alla figlia, poi si suicida lanciandosi dalla finestra

Quando la moglie si è addormentata abbracciata alla figlia di 6 anni che era con loro a letto, ha impugnato delle forbici tentando di ucciderla.

Covid, effetto Green pass: inizia la corsa ai vaccini, boom di prenotazioni

Il governo estende l’uso del Green pass mentre il premier Mario Draghi lancia un appello sulla necessità di vaccinarsi. In poche ore è boom di prenotazioni nelle regioni.

Sono 1.400 i nuovi contagi da Coronavirus in Italia secondo il bollettino di oggi, 16 giugno. Nella tabella si fa riferimento ad altri 52 morti. I tamponi fatti da ieri sono stati 203.173 tamponi con un tasso di positività allo 0,6%. Diminuiscono i ricoverati, 269 in meno, per un totale di 3.064 persone e calano anche i ricoveri in terapia intensiva, 33 in meno, per un totale di 471 persone e 9 ingressi giornalieri. Il totale dei casi sale a 4.248.432 e il totale dei deceduti a 127.153 persone. Gli attuali positivi diminuiscono, 4.051 in meno, per un totale di 101.855 persone, mentre aumentano i dimessi e i guariti, 5.399 in più, per un totale di 4.019.424 persone.

SICILIA – Sono 168 i nuovi contagi da Coronavirus in Sicilia riportati oggi nel bollettino del ministero della Salute: si arriva così ad un totale di 229.871 casi da inizio pandemia. Sfortunatamente, continuano ad esserci delle vittime: sono 8 i morti di oggi, in tutto 5.928 da quando si è manifestata l’emergenza. I dimessi sono  524 per una cifra complessiva di 217.940 pazienti guariti. Attualmente positivi ci sono 6.003 soggetti. I tamponi effettuati sono ora 4.726.745 di cui 14.420 eseguiti in 24 ore.
LOMBARDIA – Sono 256 i nuovi contagi da Coronavirus in Lombardia secondo il bollettino di oggi, 16 giugno. Nella tabella si fa riferimento ad altri 5 morti. I dimessi o guariti sono stati 1.333 nelle ultime 24 ore. I positivi al momento nella Regione sono 17.244. Tra le province con il maggior numero di nuovi contagi Milano a 75, Brescia a 36, Varese a 27 e Cremona a 24. Bergamo a 22, Monza e Brianza a 21, Mantova a 13 e Pavia a 7.

LAZIO – Sono 143 nuovi contagi registrati oggi, 16 giugno, nel Lazio su oltre 11mila tamponi (+1.321) e oltre 14mila antigenici per un totale di quasi 26mila test. I decessi sono 11 (-2), i ricoverati sono 392 (-38). I guariti 390, le terapie intensive sono 85 (-5). “Il rapporto tra positivi e tamponi è all’1,2%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende allo 0,5.

PUGLIA – Sono 112 i nuovi contagi da coronavirus oggi 16 giugno in Puglia, secondo i dati dell’ultimo bollettino. Si registrano altri 3 morti. Sono dunque diminuiti i nuovi casi di Covid nella regione, a fronte però di un calo dei test. In lievissima salita i decessi. L’aumento dei nuovi guariti continua ma non è consistente e pertanto gli attuali positivi decrescono in modo lento. I ricoverati continuano a diminuire.

VENETO – Sono 84 i nuovi contagi di coronavirus in Veneto secondo i dati del bollettino di oggi, 16 giugno, illustrati dal presidente della regione Luca Zaia. Da ieri si registra un decesso, che porta a 11.601 il totale dei morti in Veneto dall’inizio della pandemia di covid-19. Da ieri sono stati processati 25.510 tamponi, l’indice di positività è a 0,33%. Attualmente i positivi in Veneto sono 5.609, con 372 persone ricoverate in ospedale (-45 rispetto a ieri): di questi, 326 sono in area non critica (-42) e 46 in terapia intensiva (-3).

FRIULI VENEZIA GIULIA – Sono 23 i nuovi contagi da coronavirus oggi 16 giugno in Friuli Venezia Giulia, secondo i dati dell’ultimo bollettino. Non si registrano morti. I nuovi casi sono stati registrati su 4.640 tamponi molecolari (21, di cui tre riguardanti migranti-richiedenti asilo presenti nel territorio di Trieste) con una percentuale di positività dello 0,45% e su 1.418 i test rapidi antigenici realizzati (2 casi, 0,14%). I ricoveri nelle terapie intensive scendono a 2 mentre quelli in altri reparti calano a 8.

SARDEGNA – Sono 24 i nuovi contagi da coronavirus oggi 16 giugno in Sardegna, secondo i dati dell’ultimo bollettino. Si registra un morto. Calano i ricoveri in ospedale, oggi 70 (-3), resta invariato il numero dei pazienti (6) in terapia intensiva, dove non si sono verificati nuovi ingressi. Le persone in isolamento domiciliare sono 11.688 e i guariti in più 126. Sul territorio, dei 57.085 casi positivi complessivamente accertati, 14.939 (+4) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 8.675 (+1) nel Sud Sardegna, 5.163 a Oristano, 10.958 (+3) a Nuoro, 17.336 (+16) a Sassari.

ABRUZZO – Sono 27 nuovi contagi da Covid registrati oggi, 16 giugno, in Abruzzo. Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 3 nuovi casi e sale a 2506 (di età compresa tra 66 e 89 anni, di cui 2 in provincia di Chieti e 1 in provincia di Pescara). Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 70658 dimessi/guariti (+42 rispetto a ieri).

TOSCANA – Sono 106 i nuovi contagi Covid registrati oggi, 16 giugno, in Toscana su 15.191 test di cui 7.388 tamponi molecolari e 7.803 test rapidi. “Il tasso dei nuovi positivi è 0,70% (2,1% sulle prime diagnosi). I vaccini attualmente somministrati sono 2.590.751”, annuncia il presidente della Toscana, Eugenio Giani, sui social anticipando i dati del bollettino regionale.

MARCHE – Sono 29 i contagi da coronavirus nelle Marche oggi, 16 giugno, secondo i dati del bollettino della regione. Nelle ultime 24 ore sono stati testati 2.797 tamponi: 1.339 nel percorso nuove diagnosi (di cui 365 screening con percorso Antigenico) e 1.458 nel percorso guariti (un rapporto positivi testati del 2,2%).

BASILICATA – Sono 16 i nuovi contagi di coronavirus in Basilicata secondo i dati del bollettino di oggi, 16 giugno. Non si registrano morti nelle ultime 24 ore. Da ieri sono stati processati 569 tamponi molecolari.

VALLE D’AOSTA – Un nuovo contagio da Covid 19 e nessun decesso oggi, 16 giugno, in Valle d’Aosta, dove il totale delle persone colpite da virus da inizio epidemia sale a 11.662. I dati sono contenuti nel bollettino di aggiornamento sanitario della Regione. I casi positivi attuali sono 81, – 9 rispetto a ieri, di cui due ricoverati in ospedale e 79 in isolamento domiciliare. Nessun paziente è ricoverato in terapia intensiva.

- Sponsorizzato -

Leggi anche:

SCRIVI UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Sponsorizzato -

Ultimi articoli

Tragedia a Panarea, giovane sub di 16 anni muore durante l’immersione

Tragedia a Panarea, nelle Eolie, dove un ragazzo di 16 anni ha perso la vita durante un'immersione. Ancora non del tutto chiarite le cause del decesso ma si pensa ad un malore.

Covid in Sicilia, nessuna vittima e 568 nuovi contagi in un giorno: il bollettino

I dati del bollettino quotidiano del ministero della Salute: ecco le rilevazioni del 25 luglio.

Focolaio Covid a Stromboli: 14 positivi, panico tra turisti e residenti

Principio di focolaio Covid a Stromboli, nelle isole Eolie. I positivi sono adesso 14, isolani e vacanzieri chiedono di effettuare il tampone.

Addio al Baretto di Mondello, Anello: “Non deve chiudere, dal Comune una soluzione”

Lo dice Alessandro Anello, consigliere comunale della Lega a Palazzo delle Aquile e vice presidente della commissione attività produttive.

Palermo, l’aggressione ai turisti gay: ci sono tre indiziati, due minorenni

I due turisti torinesi erano stati aggrediti perché camminavano mano nella mano nel centro storico di Palermo.