11.6 C
Palermo
domenica 28 novembre 2021 - Ultimo aggiornamento alle 23:03

Ristori, dalla Regione i primi 25 milioni per imprese e professionisti

DaLeggere

Covid in Italia, 12.877 contagi e 90 morti: il bollettino del 27 novembre

Sono 12.877 i nuovi contagi da Coronavirus in Italia oggi, sabato 27 novembre 2021, secondo i dati e i numeri Covid– regione per regione – del bollettino della Protezione Civile e del ministero della Salute.

Obbligo mascherina all’aperto, Boccia: “Inevitabile prima di Natale”

“Tornano le varianti, tornano le prime zone gialle come in Friuli Venezia Giulia; così com’era prevedibile, l’emergenza Covid-19 non è finita".

Nordcorea, Kim Jong-un vieta il giubbotto di pelle

Solo il partito può decidere chi si può mettere un giubbotto di pelle in Corea del Nord. Il leader nordcoreano Kim Jong un ha cominciato ad esibirlo nel 2019 e presto è diventata una moda.

Variante sudafricana Omicron, Gismondo: “Allarmismo da incoscienti”

Sulla variante sudafricana Omicron del Covid “si stanno già diffondendo voci allarmistiche”, con “conseguenze che abbiamo già visto, con il crollo in borsa".

In arrivo in Sicilia i primi venticinque milioni di euro per piccole e medie imprese e liberi professionisti, titolari di partita iva, duramente colpiti dalla pandemia. Sono oltre un migliaio le richieste presentate, dal 22 luglio al 9 settembre, per ottenere finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto grazie alle risorse messe a disposizione dal governo Musumeci per sostenere il sistema produttivo dell’Isola. A gestire la piattaforma informatica e a curare l’istruttoria è l’Irfis, l’Istituto finanziario della Regione, che nei prossimi trenta giorni provvederà alla verifica della documentazione presentata e alla liquidazione delle risorse.

Conclusa questa prima fase – sottolinea il presidente della Regione, Nello Musumeciprovvederemo a riaprire i termini, modificando i criteri per consentire anche ad altre aziende e professionisti di poter accedere alle agevolazioni. Un’altra opportunità per creare liquidità a sostegno delle imprese siciliane pesantemente danneggiate a causa del Covid”.

A disposizione ancora una cinquantina di milioni di euro, provenienti dalla rimodulazione del Fesr 2014/2020 deliberata dalla Giunta regionale. “Procederemo con celerità all’erogazione delle somme – aggiunge l’assessore all’Economia, Gaetano Armaoe a modificare i criteri, riaprendo così i termini per permettere la presentazione delle nuove domande a tutti coloro che in questa fase non hanno potuto partecipare”.

Il finanziamento concesso (da diecimila a venticinquemila euro) è a tasso zero, senza commissioni e senza garanzie: prevede 48 rate ed ha una durata complessiva di 72 mesi (comprensivi i due anni di preammortamento). Per ogni domanda si può richiedere un contributo a fondo perduto fino a cinquemila euro per spese di sanificazione e adeguamento dei luoghi di lavoro. In questa prima fase, per accedere alle agevolazioni bisognava avere avviato l’attività entro il 31 dicembre del 2018 e nel 2020 il fatturato doveva essere stato minore del 40 per cento rispetto al 2019. Per le Pmi il fatturato massimo non poteva superare i 250mila euro, per i liberi professionisti i 40mila euro. Nella seconda tornata, invece, i requisiti verranno modificati per allargare la partecipazione.

- Sponsorizzato -

Leggi anche:

SCRIVI UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Sponsorizzato -

Ultimi articoli

Covid in Sicilia, 645 nuovi positivi e 8 vittime: il bollettino

I dati del bollettino quotidiano del ministero della Salute: ecco le rilevazioni del 27 novembre.

Orrore a Messina, abusi sessuali sulla figlioletta: video diffusi in chat. Arrestato

L'orco era proprio il papà che la costringeva ad avere rapporti sessuali per poi filmarli e condividerli con altri.

Falsa disabile per avere trasferimenti e permessi: docente indagata a Lentini

Indagata una docente a Siracusa con l'accusa di truffa ai danni dello Stato. L'indagine della Guardia di Finanza di Lentini nei confronti di una insegnante.

Trapani, arrestato messaggero di Messina Denaro: deve scontare 3 anni

I carabinieri della Stazione di Gibellina hanno arrestato Leonardo Agueci, 34 anni. L'uomo era già finito in manette nell'agosto del 2015 nell’ambito dell’operazione "Ermes".

Caso Denise, Piera Maggio: “Temiamo l’oblio, ma chiediamo solo la verità”

"Abbiamo paura per quello che potrebbe accadere in futuro al nostro caso, l'oblio totale".