11.6 C
Palermo
domenica 28 novembre 2021 - Ultimo aggiornamento alle 22:41

Ordigno bellico trovato a Ragusa, artificieri da Palermo per il disinnesco

DaLeggere

Covid in Italia, 12.877 contagi e 90 morti: il bollettino del 27 novembre

Sono 12.877 i nuovi contagi da Coronavirus in Italia oggi, sabato 27 novembre 2021, secondo i dati e i numeri Covid– regione per regione – del bollettino della Protezione Civile e del ministero della Salute.

Obbligo mascherina all’aperto, Boccia: “Inevitabile prima di Natale”

“Tornano le varianti, tornano le prime zone gialle come in Friuli Venezia Giulia; così com’era prevedibile, l’emergenza Covid-19 non è finita".

Nordcorea, Kim Jong-un vieta il giubbotto di pelle

Solo il partito può decidere chi si può mettere un giubbotto di pelle in Corea del Nord. Il leader nordcoreano Kim Jong un ha cominciato ad esibirlo nel 2019 e presto è diventata una moda.

Variante sudafricana Omicron, Gismondo: “Allarmismo da incoscienti”

Sulla variante sudafricana Omicron del Covid “si stanno già diffondendo voci allarmistiche”, con “conseguenze che abbiamo già visto, con il crollo in borsa".

Saranno gli artificieri del 4° Reggimento Genio guastatori di Palermo martedì prossimo, a Ragusa, ad effettuare le operazioni di neutralizzazione e trasporto in un sito sicuro del ordigno bellico, precisamente un proiettile perforante di artiglieria di grandi dimensioni risalente alla Seconda Guerra mondiale, rinvenuto in pessimo stato di conservazione lo scorso 21 settembre in un terreno agricolo in contrada Cifali, territorio a cavallo tra i Comuni di Chiaramonte Gulfi e Comiso.

L’area è stata isolata e messa in sicurezza sin dal momento della segnalazione su disposizione della Prefettura che ha avviato le previste procedure per l’attivazione dei vari interventi attraverso il coinvolgimento, oltre che degli artificieri, delle forze dell’ordine, dei vigili del fuoco, della Protezione civile e dell’Azienda sanitaria provinciale nonché dei due Comuni interessati.

Per assicurare le condizioni di massima sicurezza, tutte le attività propedeutiche al disinnesco e al brillamento dell’ordigno sono state concordate nel corso delle diverse riunioni che si sono tenute al riguardo, di cui l’ultima ieri, durante la quale sono state definite nei dettagli tutte le fasi.

Le operazioni avranno inizio alle 6.30 per essere completate – come da previsione – entro le 18.30 della stessa giornata. Previste quindi in tutto 12 ore d’intervento, necessarie non solo il disinnesco e per la bonifica dell’area ma anche per il trasporto dell’ordigno presso una cava appositamente individuata per il brillamento.

- Sponsorizzato -

Leggi anche:

SCRIVI UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Sponsorizzato -

Ultimi articoli

Covid in Sicilia, 645 nuovi positivi e 8 vittime: il bollettino

I dati del bollettino quotidiano del ministero della Salute: ecco le rilevazioni del 27 novembre.

Orrore a Messina, abusi sessuali sulla figlioletta: video diffusi in chat. Arrestato

L'orco era proprio il papà che la costringeva ad avere rapporti sessuali per poi filmarli e condividerli con altri.

Falsa disabile per avere trasferimenti e permessi: docente indagata a Lentini

Indagata una docente a Siracusa con l'accusa di truffa ai danni dello Stato. L'indagine della Guardia di Finanza di Lentini nei confronti di una insegnante.

Trapani, arrestato messaggero di Messina Denaro: deve scontare 3 anni

I carabinieri della Stazione di Gibellina hanno arrestato Leonardo Agueci, 34 anni. L'uomo era già finito in manette nell'agosto del 2015 nell’ambito dell’operazione "Ermes".

Caso Denise, Piera Maggio: “Temiamo l’oblio, ma chiediamo solo la verità”

"Abbiamo paura per quello che potrebbe accadere in futuro al nostro caso, l'oblio totale".