22.6 C
Palermo
lunedì 23 maggio 2022 - Ultimo aggiornamento alle 13:36

VIDEO| Musica e crowdfunding, dalla Nigeria a Palermo e ritorno per la storia di Chris Obehi

DaLeggere

Ciclismo, Ciccone vince la 15esima tappa del Giro d’Italia

Giulio Ciccone (Trek Segafredo) ha vinto in solitaria dopo una fuga vincente la 15esima tappa del Giro d’Italia 2022, da Rivarolo a Cogne, di 177 chilometri.

Pnrr, Salvini contro l’Ue: “Stop ai richiami, sappiamo governarci da soli”

Lo ha detto il segretario della Lega, Matteo Salvini, a margine di un incontro della scuola politica del partito a Milano, sulla lettera che la Commissione europea invierà al governo italiano con richiami sul fisco e sulla concorrenza.  

Ucraina, Zelensky: “Situazione in Donbass estremamente difficile”

La situazione nel Donbass è estremamente difficile”, poiché la Russia ha intensificato gli attacchi a Sloviansk e Severodonetsk negli ultimi giorni.

Covid in Corea del Nord, prime ammissioni: 220.000 nuovi contagi da “febbre”

La Corea del Nord segnala circa 220.000 nuovi contagi di persone con “febbre” dopo aver ammesso per la prima volta dall’inizio della pandemia di Coronavirus la presenza di un focolaio di Covid.

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

È partita la campagna di crowdfunding (Produzionidalbasso) per la realizzazione di “Back to Motherland” (supporta la campagna), documentario girato a Lagos, in Nigeria, dal regista nigeriano Shayo Three, in cui Chris Obehi racconterà la sua splendida storia di riscatto e libertà, di determinazione e di nuove possibilità, coronata con la realizzazione del suo sogno: ritornare a casa come artista e da essere umano che ha preso in mano la propria vita ed i propri sogni, dopo aver attraversato il mare su una barca piena di migranti, insieme a gente che come lui era in cerca di speranza e di una nuova vita.

Chris Obehi

Arrivato dalla Nigeria in Italia nel 2015, Obehi (in Esan “mano dell’angelo”) inizia a studiare chitarra; nel 2019, realizza il video di “Cu ti lu dissi” di Rosa Balistreri, che fa il giro dell’Italia. Successivamente, con il team dell’etichetta palermitana 800a Records, Chris avvia la prima campagna di crowdfunding: un successo straordinario, grazie al quale riesce a produrre il mio primo disco, “Obehi”, a cui segue, dopo la pandemia, il tour nazionale. “Adesso, dopo tutto questo, torno in Nigeria, a Lagos per produrre nuova musica nella culla dell’Afrobeat, dove tutto è nato – racconta Chris -. Un viaggio che non è solo la realizzazione di un sogno artistico, ma porta con sé un significato molto più grande: ritorno a casa come artista e da essere umano che ha preso in mano la propria vita ed i propri sogni”.

“Un desiderio che nasce anche dalla consapevolezza che le storie di migranti che arrivano dal mare e che riscrivono il loro destino, realizzando i loro sogni e la possibilità di tornare nella propria terra da professionisti, sono ancora troppo poche. Se sono arrivato fin qui, oggi, è grazie al sostegno di persone che credono in me e in ciò che faccio. Parto, questa volta con un biglietto aereo in tasca, ma non con meno sogni della volta in cui sono andato via da quelle terre. Parto con la gioia di rivedere i posti che conosco, la mia famiglia, le persone che ho lasciato, le strade che ho percorso sin da bambino. Torno a casa per un progetto importante come musicista, pronto ad immergermi di nuovo nella cultura da cui provengo, cogliendone tutte le sfumature e le vibrazioni artistiche”.

Dagli studi di registrazione, alla serata in un locale della capitale, passando per i luoghi più importanti come il MOCA ed il Santuario del Re dell’afrobeat Fela Kuti: “mostreremo a tutti le radici della musica africana nelle sue sfumature più contemporanee – prosegue – dando voce ad un Paese che ha tanto da dire e merita di essere ascoltato, anche per dare speranza ad ogni fratello ed ogni sorella che lascia il proprio Paese e spera di trovare in una nuova terra. Vorrei quindi portarvi con me, in questo viaggio di ritorno nelle terre che ho lasciato 6 anni fa, raccontando la Nigeria, l’ambiente artistico e il tessuto culturale e la mia famiglia, che ho tanta voglia di riabbracciare e con cui condivido la passione per la musica da quando cantavamo nelle messe Gospel della nostra città”.

Tra le ricompense per il supporto di questa campagna: cartoline da Lagos, vinili autografati e possibilità di live set oltre all’accesso alla premiere del documentario: “Come con gli amici più cari – conclude Chris – porterò dal viaggio in Nigeria alcuni piccoli souvenir di artigianato locale in stoffa wax africana fatti a mano. Potete tenerli per voi, o metterli sotto l’albero per dei doni di Natale speciali, poiché oltre a sostenere una causa, contribuirete a sostenere l’artigianato locale”.

 

 

 

- Sponsorizzato -

Leggi anche:

SCRIVI UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Sponsorizzato -

Ultimi articoli

Covid in Sicilia, contagi e ricoveri in calo: il report dell’ultima settimana

L’ufficio Statistica del Comune di Palermo ha comunicato i dati sul Covid in Sicilia diffusi ieri.

Mattarella ricorda Falcone: “Niente pause né distrazioni contro la mafia”

“Nel 1992 Giovanni Falcone e Paolo Borsellino furono colpiti perché, con la loro professionalità e determinazione, avevano inferto colpi durissimi alla mafia”.

VIDEO | Mafia, lui all’ergastolo: “Moglie e figli impongono il pizzo”. Arresti a Catania

Lui all'ergastolo per omicidio, loro sono finiti in manette oggi: sono moglie e due figli di un uomo del clan mafioso Santapaola.

Covid, 1462 nuovi contagi e 8 morti in Sicilia: il bollettino

I dati del bollettino quotidiano del ministero della Salute: ecco le rilevazioni del 22 maggio.

Anniversario strage di Capaci, come cambia la viabilità domani a Palermo

In occasione della ricorrenza del XXXº Anniversario della strage di Capaci, lunedì 23 maggio, la viabilità a Palermo subirà delle variazioni, ecco quali.