7.6 C
Palermo
lunedì 17 gennaio 2022 - Ultimo aggiornamento alle 23:36

VIDEO|Truffa falsi Green pass, perquisizioni dal Veneto alla Sicilia: scoperti gli autori

DaLeggere

Covid in Italia, 149.512 contagi e 248 morti: il bollettino del 16 gennaio

Sono 149.512 i nuovi contagi da Coronavirus in Italia oggi, domenica 16 gennaio 2022, secondo i dati e i numeri Covid – regione per regione – del bollettino della Protezione Civile e del ministero della Salute.

Efficacia vaccino Covid, terza dose e Terapia Intensiva: i nuovi dati

“L’efficacia del vaccino (riduzione del rischio rispetto ai non vaccinati) nel prevenire la diagnosi di infezione Sars-CoV-2 – dettaglia l’Iss – è pari a 71% entro 90 giorni dal completamento del ciclo vaccinale".

Peste suina, in Italia cinque nuovi casi

Salgono a otto i casi di Peste Suina Africana in Piemonte e Liguria, riscontrati in un’area di poche decine di chilometri dell’appennino ligure, al confine tra le province di Alessandria e Genova.

Australian Open, Djokovic lascia il Paese: al suo posto giocherà l’azzurro Caruso

Con l’annullamento del visto di Novak Djokovic che non potrà prendere parte agli Australian Open, l’Atp ha deciso che il suo posto sarà preso da Salvatore Caruso.

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Identificati i presunti autori delle trufffe del “Green pass” dai finanzieri del Nucleo Speciale Tutela Privacy e Frodi Tecnologiche. I militari hanno perquisito diversi cittadini italiani in Veneto, in Liguria, in Puglia e in Sicilia, amministratori degli account Telegram, che promettevano a numerosissimi “clienti” di fornire Green pass autentici, muniti di codici QR perfettamente idonei a superare i controlli imposti dalle norme vigenti. I truffatori, che assicuravano l’autenticità del certificato grazie a una presunta complicità di personale sanitario e che garantivano agli utenti la formula “soddisfatti o rimborsati”, richiedevano il pagamento del titolo rigorosamente in criptovalute.

Le indagini hanno consentito di smascherare i membri dell’organizzazione criminale – i quali hanno immediatamente ammesso le proprie responsabilità – ricostruirne completamente la rete della clientela e sottoporre a sequestro i profitti illeciti in criptomoneta.

Bitcoin ed Ethereum erano quelle preferite. Determinante, infatti, è stato il rinvenimento sui numerosi device degli indagati – sequestrati prima e analizzati poi – di fotografie di documenti di identità e tessere sanitarie di numerosi soggetti, referti attestanti la negatività ai tamponi naso-faringei, attestazioni false di compiacimento di clienti per i Green pass contraffatti e, soprattutto, chat da cui emerge, in maniera eloquente, il subdolo modus operandi adottato dall’organizzazione criminale.

Numerosissimi gli utenti della rete che – allo scopo di eludere le norme a tutela della collettività emanate dal Legislatore per contrastare l’evolversi della pandemia in atto – attratti dall’idea di poter acquistare un Green pass senza averne titolo per un costo di 100 euro, oltre ad aver perso la somma pattuita, hanno anche superficialmente condiviso i propri documenti di identità, esponendosi a elevati rischi circa un utilizzo illecito degli stessi.

+++ In aggiornamento +++

- Sponsorizzato -

Leggi anche:

SCRIVI UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Sponsorizzato -

Ultimi articoli

Covid, 8.500 nuovi positivi e 37 le vittime in Sicilia: il bollettino

I dati del bollettino quotidiano del ministero della Salute: ecco le rilevazioni del 16 gennaio.

Covid, ansia dei contagi a Palermo: centinaia di auto all’hub della Fiera

Cresce l'ansia dei contagi Covid a Palermo e con questa anche le lunghe file di auto incolonnate lungo il perimetro dell'hub della Fiera del mediterraneo per sottoporsi ai tamponi.

È palermitana la capomissione della Mare Jonio: tra le più giovani in Europa

Si chiama Sheila Melosu ed è tra le più giovani a ricoprire questo ruolo in Europa.

Riforma Consorzi di bonifica, disco verde in commissione all’Ars

"Ottimo risultato raggiunto in terza commissione Attività produttive. Approvato e trasmesso per esame dell’aula il disegno di legge di riforma dei Consorzi di bonifica".

Caso Montante, chiesta riduzione di pena. Pg: “Antimafia di facciata”

La sentenza è prevista per la tarda primavera.