21.9 C
Palermo

Vertenza Almaviva, il ministro Orlando a Palermo: “C’è una soluzione”

DaLeggere

È morto Antonio Inoki, la leggenda del wrestling aveva 79 anni

È morto Antonio Inoki, leggenda del wrestling. L’atleta giapponese aveva 79 anni. Secondo l’emittente nipponica NHK, Inoki è deceduto per un problema cardiaco.

Congresso Pd, la linea di Letta: dal nome al simbolo, tutto in discussione

Un congresso in 4 fasi. Aperto a tutti. Non solo agli iscritti Pd. Ma a tutti coloro che si iscriveranno per partecipare al percorso congressuale, modello Agorà democratiche.

Di Maio sparisce da Facebook, la pagina ufficiale non c’è più

Mistero sulla pagina Facebook di Luigi Di Maio, sparita da ieri dalla Rete. Con i suoi 2,5 milioni di follower, il ministro sembra aver silenziato Fb.

Bollette luce e gas, allarme per i condomini: rischio interruzione forniture

Altro che riduzione della temperatura, molti condomini rischiano l’interruzione totale della fornitura di luce e gas. Lo denuncia oggi Consumerismo No profit.

Vertenza Almaviva: “Abbiamo convocato il tavolo perché queste vicende non si risolvono facendo dichiarazioni ma lavorando”. A dirlo, ieri a Villa Filippina a Palermo, il ministro del Lavoro Andrea Orlando. L’occasione è stata la manifestazione organizzata a sostegno della candidatura a sindaco di Franco Miceli. Orlando ha risposto alle domande dei giornalisti sulla situazione di Almaviva che riguarda 534 lavoratori. Il tavolo ministeriale è stato convocato per il 9 giugno prossimo.


Palermo, vertenza Almaviva: c’è uno spiraglio, nuovo incontro al ministero


“Abbiamo costruito le condizioni per avvicinare le posizioni dei diversi soggetti interessati – ha aggiunto il ministro – faremo una proposta ma nutro un ragionevole ottimismo. Credo che ci possa essere una soluzione che non lasci indietro nessuno. Stiamo mettendo a punto i dettagli e affinando qualche particolare tecnico con Covisian, Ita e con Almaviva. Si può dire però che il cerchio potrebbe chiudersi in modo positivo, sicuramente riducendo l’impatto al minimo e questo non era per nulla scontato”. 

Amministrative. Orlando si è soffermato sulla “questione morale” legata all’appoggio incassato dal candidato del centrodestra, Roberto Lagalla, da parte di Totò Cuffaro e Marcello dell’Utri. “Al di là dell’indicazione morale dovremmo chiederci se rimettere in pista certi interessi convenga a una città che deve attrarre investimenti e spendere risorse. Io sono per la riabilitazione ma il tema è che chi è stato condannato per una contiguità con quegli interessi e riportarli in gioco non è solo sbagliato ma anche immorale”.

- Sponsorizzato -

Leggi anche:

SCRIVI UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Sponsorizzato -

Ultimi articoli

Mafia, sparatoria in strada a Catania: carcere per 4 membri del clan Cappello

Lo scontro a fuoco costò la vita a due persone. Numerosi i feriti.

Tragedia sfiorata sulla Palermo-Sciacca, autobus si ribalta e finisce fuori strada

Probabili cause dell'incidente: allagamento stradale, fanghiglia, pietre e tronchi sull’asfalto.

Covid, vaccini varianti Omicron agli over 12: via alle prenotazioni in Sicilia

Partono da oggi in Sicilia le prenotazioni per le seconde dosi booster con i nuovi vaccini bivalenti.

Presunte tangenti, revoca dei domiciliari per l’ex assessore Mirabella

Revocati i domiciliari per Barbara Mirabella, l'ex assessore del Comune di Catania arrestata lo scorso 22 settembre con l'accusa di corruzione.

Caos schede, ancora incerti i dati di 48 sezioni: slitta l’insediamento di Schifani

Il neo presidente della Regione Siciliana Renato Schifani sta lavorando alla formazione del suo governo.