32.9 C
Palermo

Referendum sulla giustizia, fumata nera: quorum non raggiunto

DaLeggere

Elezioni, Calenda: “Letta ha fatto un patto con chi è comunista”

Lo ha detto il segretario di Azione Carlo Calenda al Tg5 commentando lo strappo di ieri con il Pd.  

Bollette luce e gas, stop alle modifiche unilaterali dei contratti

Sospensione delle modifiche unilaterali dei contratti di fornitura di energia elettrica e gas naturale. Lo prevede la bozza del decreto legge Aiuti bis.

Anticiclone africano sempre più forte, caldo intenso fino a sabato

Anticiclone africano sempre più forte sull’Italia almeno fino a sabato, con temperature di 38-40°C al Centro-Nord.

Vaiolo delle scimmie, si pensa alla quarantena: ecco la circolare del ministero

Aumentano i casi di vaiolo delle scimmie in Italia e il Ministero della Salute ha varato una nuova circolare.

Non è stato raggiunto il quorum per i cinque quesiti referendari sulla giustizia. Le votazioni si sono concluse alle 23 e si stanno per iniziare le operazioni di spoglio delle schede. Domani sarà la volta di quelle delle Amministrative per i comuni al voto. La soglia del 50% più uno non è stata superata e si è configurata così la fumata nera che ci si aspettava. Le cinque proposte abrogative erano state presentate da Lega e radicali

La legge Severino, quindi, non sarà abrogata così come non saranno modificate le misure cautelari, il funzionamento del Csm, la valutazione dei magistrati che potranno continuare a passare dalla funzione requirente a quella giudicante. Per loro nessuna separazione delle carriere. Le Camere adesso torneranno a discutere la riforma Cartabia che era rimasta in stand-by proprio in attesa dei risultati referendari. La riforma del Csm ora approderà in Senato il prossimo 15 giugno.

La legge Severino non sarà abrogata, né ci saranno modifiche alle misure cautelari, al funzionamento del Csm o alla valutazione dei magistrati, le cui carriere non saranno separate. O almeno, non attraverso lo strumento referendario. Ora, infatti, il Parlamento potrà tornare a lavorare alla riforma Cartabia, congelata proprio in attesa dell’esito dei referendum sulla giustizia. La riforma del Csm dovrebbe approdare in Senato il 15 giugno.

 

 


LEGGI ANCHE:

12 giugno referendum sulla giustizia, urne aperte: ecco i 5 quesiti

 

- Sponsorizzato -

Leggi anche:

SCRIVI UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Sponsorizzato -

Ultimi articoli

Regionali, da Forza Italia no al Musumeci bis: “Nostro il candidato presidente”

Forza Italia non sosterrà un eventuale Musumeci bis alle prossime elezioni regionali in Sicilia.

Elezioni regionali, indetti i comizi elettorali: Sicilia al voto il 25 settembre

Elezioni per il Presidente della Regione e l'Assemblea regionale siciliana per la diciottesima legislatura.

Orrore nel Messinese, “mamma abusa sessualmente del figlio disabile di 7 anni”

Abusi sessuali sul figlio di 7 anni, affetto da disabilità psico-motoria.

Sanità, Cimo e Fesmed: “Medici siciliani ignorati anche in campagna elettorale”

Lo dichiarano, in una nota, il segretario regionale CIMO (Confederazione Italiana Medici Ospedalieri) e il presidente regionale della Federazione CIMO-FESMED.

Dimissioni Musumeci, Chinnici: “Occasione per anticipare la svolta in Sicilia”

“Le dimissioni del presidente Musumeci e il conseguente accorpamento delle elezioni regionali con le politiche, fissate per il 25 settembre, offrono agli elettori l'occasione per scrivere una pagina nuova".