21.9 C
Palermo

300mila assunzioni per il Sud, ecco la Carta di Taranto: il “manifesto” del Pd

DaLeggere

È morto Antonio Inoki, la leggenda del wrestling aveva 79 anni

È morto Antonio Inoki, leggenda del wrestling. L’atleta giapponese aveva 79 anni. Secondo l’emittente nipponica NHK, Inoki è deceduto per un problema cardiaco.

Congresso Pd, la linea di Letta: dal nome al simbolo, tutto in discussione

Un congresso in 4 fasi. Aperto a tutti. Non solo agli iscritti Pd. Ma a tutti coloro che si iscriveranno per partecipare al percorso congressuale, modello Agorà democratiche.

Di Maio sparisce da Facebook, la pagina ufficiale non c’è più

Mistero sulla pagina Facebook di Luigi Di Maio, sparita da ieri dalla Rete. Con i suoi 2,5 milioni di follower, il ministro sembra aver silenziato Fb.

Bollette luce e gas, allarme per i condomini: rischio interruzione forniture

Altro che riduzione della temperatura, molti condomini rischiano l’interruzione totale della fornitura di luce e gas. Lo denuncia oggi Consumerismo No profit.

“La Carta di Taranto dimostra che per il Partito Democratico il Sud è centrale. Un manifesto con cui si mettono nero su su bianco le proposte per colmare il gap esistente tra il Sud e il Nord del Paese, con un particolare focus anche sui disagi determinati dall’insularità”. Lo dichiara il segretario regionale del Pd Sicilia, Anthony Barbagallo a proposito della “Carta di Taranto-un manifesto per il Sud e per le Isole”, presentato oggi da Enrico Letta a Taranto.

“Tra i punti più qualificanti c’è il massiccio rinnovamento generazionale della pubblica amministrazione prevedendo, entro il 2024, 300 mila assunzioni attraverso il piano Sud 2030 – Sviluppo e coesione per l’Italia e altre 120 mila all’anno fino a un totale di 900 mila assunzioni entro il 2030. Partendo dal presupposto che la destra ha sempre voluto dividere l’Italia, disprezzando e sottraendo al Sud le risorse di cui ha diritto e bisogno, nella Carta di Taranto si dà grande spazio alla questione lavoro, il tema tra i più sentiti in Sicilia”.

“Per questo – prosegue Barbagallo – si prevede, inoltre, la fiscalità di vantaggio per il lavoro al Sud, il rafforzamento e il consolidamento delle Zes e rendere strutturale, interagendo con l’UE, il taglio del 30% dei contributi previdenziali per le lavoratrici e i lavoratori del Mezzogiorno. Il Pnrr, per il Partito Democratico, è ritenuto una occasione unica per ‘modernizzare’ il Paese e colmare il divario Nord-Sud. Ma a questo bisogna affiancare interventi e politiche strutturali che rafforzino il Recovery Plan, con al centro altri punti come “scuola, sanità, imprese, mobilità”. 

Con il “manifesto” si prevede di continuare a investire nella sanità pubblica portando la spesa in sanità al 7% del Pil. E grande attenzione viene data anche all’ambiente, con l’insediamento nel Mezzogiorno una rete di grandi poli di formazione su rinnovabili e transizione verde; alla siccità, prevedendo un piano nazionale per acqua e siccità; e ai rifiuti, puntando al traguardo del ciclo integrato.

Il documento si concentra pure su sicurezza e legalità e un capitolo è dedicato all’insularità, “prevedendo, tra l’altro – spiega Barbagallo – di effettuare una stima dei costi derivanti dall’insularità e individuare i settori su cui agire con interventi compensativi, a partire da sanità, scuola e università, trasporti e continuità territoriale, energia”.

- Sponsorizzato -

Leggi anche:

SCRIVI UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Sponsorizzato -

Ultimi articoli

Mafia, sparatoria in strada a Catania: carcere per 4 membri del clan Cappello

Lo scontro a fuoco costò la vita a due persone. Numerosi i feriti.

Tragedia sfiorata sulla Palermo-Sciacca, autobus si ribalta e finisce fuori strada

Probabili cause dell'incidente: allagamento stradale, fanghiglia, pietre e tronchi sull’asfalto.

Covid, vaccini varianti Omicron agli over 12: via alle prenotazioni in Sicilia

Partono da oggi in Sicilia le prenotazioni per le seconde dosi booster con i nuovi vaccini bivalenti.

Presunte tangenti, revoca dei domiciliari per l’ex assessore Mirabella

Revocati i domiciliari per Barbara Mirabella, l'ex assessore del Comune di Catania arrestata lo scorso 22 settembre con l'accusa di corruzione.

Caos schede, ancora incerti i dati di 48 sezioni: slitta l’insediamento di Schifani

Il neo presidente della Regione Siciliana Renato Schifani sta lavorando alla formazione del suo governo.