21.9 C
Palermo

Concerti, al via a Palermo la nuova stagione di “Musicamente”: ecco quando

DaLeggere

È morto Antonio Inoki, la leggenda del wrestling aveva 79 anni

È morto Antonio Inoki, leggenda del wrestling. L’atleta giapponese aveva 79 anni. Secondo l’emittente nipponica NHK, Inoki è deceduto per un problema cardiaco.

Congresso Pd, la linea di Letta: dal nome al simbolo, tutto in discussione

Un congresso in 4 fasi. Aperto a tutti. Non solo agli iscritti Pd. Ma a tutti coloro che si iscriveranno per partecipare al percorso congressuale, modello Agorà democratiche.

Di Maio sparisce da Facebook, la pagina ufficiale non c’è più

Mistero sulla pagina Facebook di Luigi Di Maio, sparita da ieri dalla Rete. Con i suoi 2,5 milioni di follower, il ministro sembra aver silenziato Fb.

Bollette luce e gas, allarme per i condomini: rischio interruzione forniture

Altro che riduzione della temperatura, molti condomini rischiano l’interruzione totale della fornitura di luce e gas. Lo denuncia oggi Consumerismo No profit.

Dopo la pausa estiva, l’undicesima stagione concertistica dell’Associazione MusicaMente di Palermo riprenderà con sei appuntamenti, in programma tra la Chiesa di Santa Maria di Valverde e l’Oratorio di Santa Cita, alle 20.45.  Il primo sarà il 22 settembre, nella Chiesa di Santa Maria di Valverde, con il concerto intitolato “Zyriab”, eseguito dall’ensemble strumentale e vocale Antonio Il Verso composto da Picci Ferrari, Fabio Midolo, voce, Ginevra Gilli, arpa antica, Giuseppe Valguarnera, percussioni, Silvio Natoli, oud, viella, viola da gamba.

Le musiche proposte vogliono esplorare l’influenza che la cultura araba ha avuto nell’evoluzione della letteratura e della musica occidentale, a partire dal IX secolo quando, grazie a Zyriab, si diffondono in Spagna il liuto e le tecniche di canto. Prime evidenze di contaminazione si ritrovano nel corpus delle Cantigas de Santa Maria, raccolte da Alfonso el sabio nel XIII secolo.

Successivamente, la diaspora sefardita, che vede gli ebrei di Spagna accolti nelle terre dell’Impero Ottomano, determina un’ulteriore contaminazione con i ritmi e lo strumentario orientale. Nella realizzazione dei brani in programma vengono usati insieme strumenti dell’area araba o turca insieme a quelli più tipici della musica europea, allo stesso tempo integrando strutture ritmiche e abbellimenti dell’area araba e orientale.

- Sponsorizzato -

Leggi anche:

SCRIVI UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Sponsorizzato -

Ultimi articoli

Mafia, sparatoria in strada a Catania: carcere per 4 membri del clan Cappello

Lo scontro a fuoco costò la vita a due persone. Numerosi i feriti.

Tragedia sfiorata sulla Palermo-Sciacca, autobus si ribalta e finisce fuori strada

Probabili cause dell'incidente: allagamento stradale, fanghiglia, pietre e tronchi sull’asfalto.

Covid, vaccini varianti Omicron agli over 12: via alle prenotazioni in Sicilia

Partono da oggi in Sicilia le prenotazioni per le seconde dosi booster con i nuovi vaccini bivalenti.

Presunte tangenti, revoca dei domiciliari per l’ex assessore Mirabella

Revocati i domiciliari per Barbara Mirabella, l'ex assessore del Comune di Catania arrestata lo scorso 22 settembre con l'accusa di corruzione.

Caos schede, ancora incerti i dati di 48 sezioni: slitta l’insediamento di Schifani

Il neo presidente della Regione Siciliana Renato Schifani sta lavorando alla formazione del suo governo.