21.9 C
Palermo

Libri, a Palermo la presentazione di “Donne e potere di fare”: ecco quando

DaLeggere

È morto Antonio Inoki, la leggenda del wrestling aveva 79 anni

È morto Antonio Inoki, leggenda del wrestling. L’atleta giapponese aveva 79 anni. Secondo l’emittente nipponica NHK, Inoki è deceduto per un problema cardiaco.

Congresso Pd, la linea di Letta: dal nome al simbolo, tutto in discussione

Un congresso in 4 fasi. Aperto a tutti. Non solo agli iscritti Pd. Ma a tutti coloro che si iscriveranno per partecipare al percorso congressuale, modello Agorà democratiche.

Di Maio sparisce da Facebook, la pagina ufficiale non c’è più

Mistero sulla pagina Facebook di Luigi Di Maio, sparita da ieri dalla Rete. Con i suoi 2,5 milioni di follower, il ministro sembra aver silenziato Fb.

Bollette luce e gas, allarme per i condomini: rischio interruzione forniture

Altro che riduzione della temperatura, molti condomini rischiano l’interruzione totale della fornitura di luce e gas. Lo denuncia oggi Consumerismo No profit.

In Italia si sta lentamente definendo, in questi ultimi anni, la mappa di un nuovo potere femminile. Si sta disegnando la presenza di deputati e senatori donna in Parlamento, ministri, manager nominate ai vertici delle società quotate in Borsa, di alte funzionarie di alcune aziende pubbliche strategiche. La svolta, pur lenta, è in corso: le donne ai posti di comando danno forza a una classe dirigente più moderna, libera da vecchi schemi e gruppi ristretti di potere.

Ma quanto sarà duratura questa svolta? Sarà davvero portatrice di uno sviluppo sociale più equo e moderno già presente in alcune nazioni europee? La realtà è che, ancora, non ci sono le condizioni per una società equa con opportunità e responsabilità equilibrate tra donne e uomini in tutti i campi, pubblici e privati. Resta molto da fare e sarà fondamentale, in questa fase critica, il ruolo delle donne che sono riuscite a incrinare il “soffitto di cristallo”.

Ilaria Li Vigni, avvocato di Milano, esperta in politiche di genere, ne parla nel saggio intitolato “Donne e potere di fare, Presenza e azione femminile di oggi e domani” (Franco Angeli editore, 173 pagine). Il libro sarà presentato venerdì, 23 settembre alle 16 presso l’auditorium di Villa Zito, in viale Libertà a Palermo. Ad organizzare l’evento il Comitato Pari Opportunità dell’Ordine degli avvocati di Palermo, presieduto da Marinì Badalamenti. Il saggio ricostruisce la mappa di un nuovo potere al femminile che si sta lentamente e faticosamente affermando nel nostro Paese, interrogandosi sulle prospettive future e sulle iniziative da mettere in campo per contribuire a questo fondamentale processo di trasformazione della società.

Introdurrà i lavori il Presidente della Fondazione Raffaele Bonsignore. Interverranno il Presidente del Tribunale di Palermo Antonio Balsamo, la Presidente di Confcommercio Patrizia Di Dio, la giornalista Elvira Terranova, Capo della redazione Adnkronos in Sicilia, Claudia Ferrari Presidente del CPOCG, l’avvocato Valentina Li Mandri Segretaria del CPO del COA di Palermo, Nino Sunseri giornalista editorialista. Sarà presente l’autrice.

 

 

- Sponsorizzato -

Leggi anche:

SCRIVI UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Sponsorizzato -

Ultimi articoli

Mafia, sparatoria in strada a Catania: carcere per 4 membri del clan Cappello

Lo scontro a fuoco costò la vita a due persone. Numerosi i feriti.

Tragedia sfiorata sulla Palermo-Sciacca, autobus si ribalta e finisce fuori strada

Probabili cause dell'incidente: allagamento stradale, fanghiglia, pietre e tronchi sull’asfalto.

Covid, vaccini varianti Omicron agli over 12: via alle prenotazioni in Sicilia

Partono da oggi in Sicilia le prenotazioni per le seconde dosi booster con i nuovi vaccini bivalenti.

Presunte tangenti, revoca dei domiciliari per l’ex assessore Mirabella

Revocati i domiciliari per Barbara Mirabella, l'ex assessore del Comune di Catania arrestata lo scorso 22 settembre con l'accusa di corruzione.

Caos schede, ancora incerti i dati di 48 sezioni: slitta l’insediamento di Schifani

Il neo presidente della Regione Siciliana Renato Schifani sta lavorando alla formazione del suo governo.