10.7 C
Palermo

Regione, Schifani presenta la sua Giunta: “Sfide da far tremare i polsi”

DaLeggere

“Umiliazione fattore di crescita”, bufera sul ministro dell’Istruzione Valditara

Una frase infelice, sicuramente. Qualcosa di più, stando alle reazioni. “L’umiliazione è un fattore fondamentale nella crescita e nella costruzione della personalità“.

Caro energia, forno spento per metà italiani: addio anche a stufe e phon

Gli italiani stretti dalla grave crisi economica ed energetica cambiano abitudini in cucina con la metà degli italiani (50%) che ha deciso di ridurre o rinunciare all’uso del forno elettrico.

Qatar 2022, classe e gol: riflettori puntati su CR7 e Neymar

Quinta giornata di partite per la fase a gironi di Qatar 2022, fanno il loro esordio al mondiale due dei giocatori più attesi: Cristiano Ronaldo e Neymar.

Covid, Ricciardi: “Non è finito, è una strage silenziosa”

“Il Covid-19 non è finito, rimane altamente endemico in Italia. Non abbiamo i dati tutti i giorni, ma alla fine della settimana contiamo decine di migliaia di casi e centinaia di morti".

Il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani ha presentato, questa mattina, a Palazzo d’Orleans, a Palermo, i dodici assessori della la sua Giunta regionale. Luca Sammartino, catanese, 37 anni, assessore all’Agricoltura, sviluppo rurale e pesca mediterranea. A lui sono state attribuite le funzioni di vicepresidente. Poi, Edmondo Tamajo, palermitano, 46 anni, assessore alle Attività produttive; Andrea Messina, catanese, 57 anni, assessore alle Autonomie locali e funzione pubblica; Elvira Amata, messinese, 53 anni, assessore ai Beni culturali e all’identità siciliana; Marco Falcone, catanese, 51 anni, assessore all’Economia; Roberto Di Mauro, agrigentino, 66 anni, assessore all’Energia e ai servizi di pubblica utilità.

Ancora, Nuccia Albano, palermitana, 72 anni, assessore alla Famiglia, politiche sociali e lavoro; Alessandro Aricò, palermitano, 46 anni, assessore alle Infrastrutture e mobilità; Mimmo Turano, trapanese, 57 anni, assessore all’Istruzione e formazione professionale; Giovanna Volo, nissena, 67 anni, assessore alla Salute; Elena Pagana, ennese, 31 anni, assessore al Territorio e ambiente; Francesco Paolo Scarpinato, palermitano, 49 anni, assessore al Turismo, sport e spettacolo. Gli assessori hanno prestato giuramento dinanzi al presidente Schifani.

Il presidente Schifani ha definito “da far tremare i polsi” le sfide che attendono il suo governo “ma finalmente cominciamo”. Il governatore ha poi sottolineato che i tempi lunghi per la composizione dell’esecutivo regionale non imputabili a lui ma “alle lungaggini procedurali per i conteggi degli eletti e perché la legge prevedeva che la giunta giurasse davanti all’Assemblea e ho dovuto aspettare”. Tanti e urgenti gli impegni che attendono il nuovo governo regionale: “Abbiamo la parifica del rendiconto 2020; il rendiconto e parifica rendiconto 2021; la chiusura del bilancio 2022; la programmazione della legge di bilancio per il 2023; gli interventi sul Pnrr”.

“Darò il massimo in questa sfida a cui sono stato chiamato dai partiti del centrodestra, mi sono impegnato a mantenere unita la coalizione. Ci sono stati momenti delicati sulle indicazioni che mi ero dato per conporre la Giunta, ma quando il gruppo parlamentare di FdI ha deciso di aderire alla richiesta del partito nazionale di inserire degli esterni non ho potuto fare altro che attenermi alle indicazioni”. Per Schifani si tratta di persone di alto profilo, con esperienza a cui verranno assegnati obiettivi ben definiti  “su cui concorderemo”. Questa la risposta del numero uno di Palazzo d’Orleans alla domanda sulla decisione di nominare assessori anche due non eletti: Elena Pagana e Francesco Scarpinato.

La spaccatura in Forza Italia all’Ars.Ognuno si assume le proprie responsabilità, i parlamentari che sono stati eletti, lo sono stati aderendo a Forza Italia e a un programma condiviso con me come presidente, poi ognuno è libero di decidere”. Ieri, infatti, si è assistito a una spaccatura in seno al partito “azzurro” con la costituzione di due gruppi parlamentari. Il primo, guidato da Gianfranco Miccichè, che ha cumulato la carica di capogruppo oltre a quella di commissario regionale del partito, composto da 5 parlamentari. Il secondo, con otto membri, in cui è iscritto pure il Renato Schifani, presieduto da Stefano Pellegrino. I due capigruppo hanno formalizzato alla segreteria generale dell’Ars la formazione dei gruppi, che però portano entrambi il nome di Forza Italia.

 

 

 

 

 


LEGGI ANCHE:

Politica, Forza Italia si spacca: due gruppi “azzurri” all’Ars

- Sponsorizzato -

Leggi anche:

SCRIVI UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Sponsorizzato -

Ultimi articoli

Ustica, sindaci isole siciliane insieme per superare il gap dell’insularità

Da Ustica riparte la volontà di tutti i sindaci delle piccole isole della Sicilia di unirsi per affrontare in sinergia le nuove sfide per lo sviluppo socioeconomico dei territori.

A Palermo il primo Sportello di microcredito privato della Sicilia: è l’ente Asterisco

L'ente di formazione professionale Asterisco, a Palermo, diventa ufficialmente uno Sportello di Microcredito, diventando il primo Sportello privato in Sicilia.

Teatro, debutto per “Giusto”: al Biondo di Palermo il monologo di Rosario Lisma

Debutta martedì 29 novembre alle 21,nella Sala Strehler del Teatro Biondo di Palermo, lo spettacolo Giusto di e con Rosario Lisma.

VIDEO | Catania, truffa sui carburanti: sequestro di beni da 25 milioni di euro

Presunta truffa sui carburanti tra Catania, Palermo, Enna, Catanzaro e Reggio Calabria.

Covid, chiude l’hub della Fiera: a Palermo un nuovo centro vaccinale

Una nuova struttura potrà accogliere l'hub delle vaccinazioni anti-Covid a Palermo.