10.7 C
Palermo

“Umiliazione fattore di crescita”, bufera sul ministro dell’Istruzione Valditara

DaLeggere

“Umiliazione fattore di crescita”, bufera sul ministro dell’Istruzione Valditara

Una frase infelice, sicuramente. Qualcosa di più, stando alle reazioni. “L’umiliazione è un fattore fondamentale nella crescita e nella costruzione della personalità“.

Caro energia, forno spento per metà italiani: addio anche a stufe e phon

Gli italiani stretti dalla grave crisi economica ed energetica cambiano abitudini in cucina con la metà degli italiani (50%) che ha deciso di ridurre o rinunciare all’uso del forno elettrico.

Qatar 2022, classe e gol: riflettori puntati su CR7 e Neymar

Quinta giornata di partite per la fase a gironi di Qatar 2022, fanno il loro esordio al mondiale due dei giocatori più attesi: Cristiano Ronaldo e Neymar.

Covid, Ricciardi: “Non è finito, è una strage silenziosa”

“Il Covid-19 non è finito, rimane altamente endemico in Italia. Non abbiamo i dati tutti i giorni, ma alla fine della settimana contiamo decine di migliaia di casi e centinaia di morti".

Una frase infelice, sicuramente. Qualcosa di più, stando alle reazioni. “L’umiliazione è un fattore fondamentale nella crescita e nella costruzione della personalità“, ha detto il ministro dell’Istruzione Giuseppe Valditara, riferendosi alla “rieducazione” necessaria per uno studente, dopo un episodio di bullismo avvenuto in un istituto tecnico di Gallarate, che il ministro ha riportato, a titolo di esempio positivo, durante un evento pubblico, a Milano, lo scorso 21 novembre. Protagonisti un ragazzo che si è macchiato di un atto grave, la punizione inflitta, la sospensione di un anno, e la proposta che aggiunge Valditara.

Il ministro Valditara

Il passaggio completo è questo: “Ma se ci si limita a sospendere per un anno, il rischio è che quel ragazzo vada poi a fare fuori dalla scuola altri atti di teppismo, o magari addirittura si dia allo spaccio o magari si dia alla microcriminalità. Quel ragazzo deve essere seguito, quel ragazzo deve imparare che cosa significa la responsabilità, il senso del dovere. Noi dobbiamo ripristinare non soltanto la scuola dei diritti, ma anche la scuola dei doveri. Quel ragazzo deve fare i lavori socialmente utili, perché soltanto lavorando per la collettività, per la comunità scolastica, umiliandosi anche, evviva l’umiliazione che è un fattore fondamentale nella crescita e nella costruzione della personalità. Di fronte ai suoi compagni è lui, lì, che si prende la responsabilità dei propri atti e fa lavori per la collettività. Da lì nasce il riscatto. Da lì nasce la maturazione. Da lì nasce la responsabilizzazione”.

Accostare l’umiliazione alla crescita di un ragazzo viene ritenuto discutibile da qualsiasi punto di vista si guardi la questione. Valditara, che in questi giorni si sta segnalando per una serie di esternazioni severe verso gli studenti, dal divieto di utilizzo dei cellulari a scuola alla proposta di negare il reddito di cittadinanza a chi non ha un titolo di studio, è finito al centro di accese polemiche a colpi di tweet. Il leader di Azione Carlo Calenda è tranchant: “Ma questi dove li hanno presi! Che vergogna”. Tra gli altri, anche il deputato del Pd Marco Furfaro: “… ma Valditara ha mai letto un qualsivoglia studio di psicologia e pedagogia? Sembra incredibile. E in effetti è incredibile che, dopo una simile sparata, possa essere ancora ministro dell’Istruzione”.

Duro anche il commento di Luca Bizzarri, artista con più di 1,6 milioni di follower sul social network: “Un ministro dell’Istruzione che parla dell’umiliazione pubblica come strumento di crescita. La stigmatizzazione pubblica. Io sono favorevole ai lavori socialmente utili ma credo, sommessamente, che questo sia fascismo”.

- Sponsorizzato -

Leggi anche:

SCRIVI UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Sponsorizzato -

Ultimi articoli

Ustica, sindaci isole siciliane insieme per superare il gap dell’insularità

Da Ustica riparte la volontà di tutti i sindaci delle piccole isole della Sicilia di unirsi per affrontare in sinergia le nuove sfide per lo sviluppo socioeconomico dei territori.

A Palermo il primo Sportello di microcredito privato della Sicilia: è l’ente Asterisco

L'ente di formazione professionale Asterisco, a Palermo, diventa ufficialmente uno Sportello di Microcredito, diventando il primo Sportello privato in Sicilia.

Teatro, debutto per “Giusto”: al Biondo di Palermo il monologo di Rosario Lisma

Debutta martedì 29 novembre alle 21,nella Sala Strehler del Teatro Biondo di Palermo, lo spettacolo Giusto di e con Rosario Lisma.

VIDEO | Catania, truffa sui carburanti: sequestro di beni da 25 milioni di euro

Presunta truffa sui carburanti tra Catania, Palermo, Enna, Catanzaro e Reggio Calabria.

Covid, chiude l’hub della Fiera: a Palermo un nuovo centro vaccinale

Una nuova struttura potrà accogliere l'hub delle vaccinazioni anti-Covid a Palermo.