6.3 C
Palermo

Referendum, gli italiani votano “Sì”: il 69,6% favorevole al taglio dei parlamentari

DaLeggere

Un consenso ampio, gli italiani, con il 69,6%, hanno chiaramente scelto per il “Sì” alla riforma costituzionale per il taglio dei parlamentari e lo hanno fatto in un referendum dall’affluenza che raggiunto il 53,8%, un dato superiore alle attese e alle paure per l’emergenza Covid.

E se il numero dei votanti ha superato l’asticella psicologica della metà degli aventi diritto (solo indicativa in assenza del quorum), bisogna ringraziare la “spinta” data dalle regioni alle prese con il rinnovo dei propri governi. Basta fare un raffronto tra le percentuali raccolte nelle regioni chiamate alle urne e le restanti per evidenziare l’effetto traino.

In Valle d’Aosta l’affluenza è stata del 73,4%, fanalino di coda la Sicilia con il 35,3%. Una consultazione messa e dura a prova dal Covid,con migliaia di scrutatori ritiratisi per paura di contagio e rimpiazzati all’ultimo momento per evitare la chiusura di interi seggi.

L’esito del referendum dà quindi il via libera alla modifica degli articoli 56 e 57 della Costituzione, per effetto dei quali il numero dei deputati passa dagli attuali 630 a 400, mentre quello dei senatori da 315 a 200, inclusi i parlamentari eletti all’estero (8 deputati contro gliattuali 12 e 4 senatori contro i 6 di oggi).

Improbabile che il risultato del quesito referendario cambierà gli assetti della politica nazionale influendo sulla tenuta del governo. Che al contrario si rafforza considerato che da quasi tutti i versanti governativi, tranne per qualche isolato distinguo, sono arrivati continui endorsement per il “Sì”.

- Sponsorizzato -

Leggi anche:

SCRIVI UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Sponsorizzato -

Ultimi articoli