18.6 C
Palermo

Droga e cellulari dentro il carcere, così favorivano i detenuti: 5 arresti

DaLeggere

Droga e cellulari dentro il carcere dell’Ucciardone. A farli entrare, secondo gli investigatori, sarebbero state sette persone, tra cui anche un agente della polizia penitenziaria che è stato arrestato dagli agenti del suo stesso corpo insieme ad altre cinque persone. Per altri due, invece, sono scattate delle ordinanze di custodia cautelare. Le accuse sono di corruzione e commercio illecito di sostanze stupefacenti.

L’operazione “Mobile phones in cell” è stato coordinata dalla Procura. I provvedimenti di custodia cautelare in carcere sono scattati per l’agente di polizia penitenziaria Giuseppe Scafidi, il detenuto Fabrizio Tre Re, la moglie Teresa Altieri, Rosario Di Fiore e James Burgio indicati  come i “fornitori”.

Dovranno rispondere di corruzione Scafidi, Altieri, Di Fiore e Tre Re. Quest’ultimo insieme a Burgio è indagato anche per commercio illecito di sostanze stupefacenti.

- Sponsorizzato -

Leggi anche:

SCRIVI UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Sponsorizzato -

Ultimi articoli