6.5 C
Palermo

“Ho perso il mio bambino”, il dolore del naufragio di Lampedusa (Video)

DaLeggere

GUARDA IL VIDEO IN BASSO

Ho perso il mio bambino“, lo ripete in lacrime mentre tenta di riprendere l’equilibrio dentro il gommone da cui è stata soccorsa durante il naufragio di ieri al largo di Lampedusa. Il video è stato pubblicato da Open Arms che ha “riflettuto se fosse il caso di mostrare il grido del naufragio, il dolore e la disperazione”.

Poi hanno deciso di rendere pubblico “quello che accade in quel tratto di mare perché i nostri occhi non siano i soli a vedere e perché si ponga fine a tutto questo subito”.

Immagini che rendono, forse in minima parte, l’idea del drammatico salvataggio della ong spagnola che ieri ha soccorso un’imbarcazione con 65 persone a bordo. L’11 novembre, a essere salvati erano stati oltre 120 migranti finiti in mare, al largo della Libia, dopo che il gommone con cui stavano tentando la traversata aveva iniziato a imbarcare acqua.

In sei hanno perso la vita tra cui un neonato di 6 mesi. Secondo quanto riferito in una nota, l’imbarcazione trasportava centinaia di persone, tra cui donne e bambini. Quarantasette sopravvissuti sono stati portati a riva dalla Guardia Costiera libica e da pescatori, 31 i corpi recuperati.

Tra le vittime anche due bambini annegati dopo che le due barche sui cui si trovavano si sono rovesciate. La nave Open Arms – l’unica di una ong attualmente attiva nel Mediterraneo centrale – ha salvato più di 200 persone in tre operazioni.

 

GUARDA IL VIDEO IN BASSO

 

- Sponsorizzato -

Leggi anche:

SCRIVI UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Sponsorizzato -

Ultimi articoli