13.1 C
Palermo

“Cessioni di droga, corruzione e falso”: arrestati due poliziotti della Mobile di Palermo

DaLeggere

Due poliziotti della Squadra Mobile di Palermo sono finiti in carcere con l’accusa di corruzione, peculato e falso materiale e ideologico. Le manette sono scattate per il sovrintendente capo F. S., 54 anni, e il vicesovrintendente S.G., di 59. In carcere pure il 42enne I.C. accusato di spaccio di droga. A coordinare l’inchiesta, il procuratore di Palermo Maurizio de Lucia e l’aggiunto Paolo Guido. Dalle ricostruzioni emergerebbe che F.S. avrebbe ricevuto soldi in cambio di informazioni su delle attività investigative in corsi.

Come se non bastasse, sempre secondo le ricostruzioni, pare che dopo alcuni sequestri di droga, i due agenti indagati avrebbero sottratto parte della sostanza stupefacente per poi farla rivendere al pusher. I due poliziotti della Squadra Mobile, finiti oggi in carcere, sono accusati pure di aver falsificato i verbali di distruzione dello stupefacente. Così facendo, secodo gli investigatori, avrebbero finto di aver smaltito la droga sequestrata. Le misure cautelari sono state emesse dal gip di Palermo su richiesta della Procura.

- Sponsorizzato -

Leggi anche:

SCRIVI UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Sponsorizzato -

Ultimi articoli