22.6 C
Palermo

Coronavirus, l’allarme degli anestesisti: “Sud a rischio in meno di un mese”

DaLeggere

I reparti di Terapia Intensiva del Sud  non sarebbero preparate ad affrontare un eventuale ondata di contagi da Coronavirus. Lo sostiene il presidente dell’Associazione anestesisti rianimatori ospedalieri italiani, Alessandro Vergallo.

“Se l’andamento dei casi di infezione da SarsCov2 continuerà con questi  ritmi – dichiara all’Ansa – e senza misure di ulteriore contenimento, in meno di un mese le Terapie Intensive al Centro-Sud, andranno in sofferenza in termini di posti letto disponibili”.

“Siamo molto preoccupati per le Regioni meridionali – aggiunge – perché sembrano meno pronte a far fronte ad un eventuale peggioramento della situazione. In questi giorni potrevve verificarsi una seconda ondata della pandemia e questo comprende un ulteriore aumento dei contagi”.

- Sponsorizzato -

Leggi anche:

SCRIVI UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Sponsorizzato -

Ultimi articoli