8.9 C
Palermo

“Occupazione a picco in Sicilia”: nell’Isola 34.300 posti in meno

DaLeggere

Occupazione a picco in Sicilia, lo sostiene il report redatto alla sede di Palermo della Banca d’Italia, presentato oggi in videoconferenza.

Secondo le analisi, il mercato del lavoro a causa dell’emergenza pandemica nella prima parte dell’anno ha registrato un deciso peggioramento, con ricadute più marcate nel secondo trimestre. In particolare, il numero di occupati si è ridotto di circa 34.300 unità rispetto allo stesso periodo del 2019 (-2,5 per cento), un dato in linea con quanto avvenuto nel Mezzogiorno (-2,6 per cento) ma più intenso rispetto al dato medio italiano (-1,7 per cento).

lavoro fabbrica impiegati disoccupazioneNello stesso periodo sono diminuite significativamente sia le ore lavorate per addetto sia quelle complessive. Il tasso di occupazione per la popolazione tra 15 e 64 anni è sceso di 0,7 punti percentuali, al 39,8 per cento (di 0,8 nel Mezzogiorno e nella media nazionale, rispettivamente al 43,6 e 58,0 per cento). A incidere sulla contrazione dei livelli occupazionali è stata la diminuzione del numero degli addetti nel settore dei servizi e, in particolare, nel comparto degli alberghi e ristoranti.

La riduzione dell’occupazione ha interessato soprattutto le donne, gli autonomi e chi lavorava con contratto a tempo determinato.

“La cassa integrazione e il blocco dei licenziamenti hanno attenuato gli effetti per economia investimenti commerciol’occupazione a carattere permanente”, dice il direttore della sede di Palermo della Banca d’Italia, Pietro Raffa. “Gli autonomi hanno toccato un minimo”.

Nel secondo trimestre dell’anno, infatti, nell’Isola il tasso di attività ha raggiunto il suo minimo storico, attestandosi a quota 47,1 per cento: “Il clima di diffusa incertezza – si legge nel report  – condiziona le aspettative a breve termine, con una prevalenza di attese di ulteriore riduzione del fatturato, in particolare nel settore dei servizi, anche le decisioni di investimento delle imprese prefigurano una spesa in calo rispetto al 2019″.

 

- Sponsorizzato -

Leggi anche:

SCRIVI UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Sponsorizzato -

Ultimi articoli