10.1 C
Palermo

Economia, Di Dio: “Il report di Bankitalia? Una conferma, servono strategie”

DaLeggere

Una fotografia impietosa“, così il presidente di Confcommercio Palermo, Patrizia Di Dio, commenta il report sulla condizione economica in Sicilia, diffuso oggi dalla Banca d’Italia.

I riflettori, infatti, sono puntati verso il secondo trimestre dell’anno: nell’Isola, il tasso di attività ha raggiunto il minimo storico, attestandosi a quota 47,1 per cento. Turismo in calo e 34mila posti di lavoro in meno.

Per il numero uno degli imprenditori si tratta di “Un’ulteriore conferma di quello che Confcommercio dice da mesi: la pandemia in Sicilia è stata una ‘circostanza aggravante’ che si è innestata su una situazione già drammatica”. 

Molte aziende sono state già condannate alla chiusura – prosegue – gli ulteriori Dpcm di ottobre e novembre vedranno cadere sul campo altre migliaia di imprese che non riescono più a far fronte alla situazione. Se appena due mesi fa avevamo stimato una perdita solo in Sicilia di 5,6 miliardi (-8,2%), adesso possiamo ritenere addirittura riduttiva quella già drammatica e insostenibile previsione”.

Per il presidente di Confcommercio Palermo, occorre una strategia ben delineata per toccare temi importanti come i problemi organizzativi della sanità territoriale e ospedaliera: “Occorre intervenire presto e bene – afferma – con programmazione e coordinamento, facendo sistema con determinazione e facendo arrivare immediatamente gli aiuti a tutte le aziende che hanno cali significativi. Rabbia e disperazione stanno crescendo e non è più possibile sbagliare”.

 


Articoli correlati:

Confcommercio, Di Dio: “Lockdown acquisiti a Palermo, fatturato – 75%”

Palermo, licenza sospesa per gli evasori. Di Dio: “Una vessazione”

- Sponsorizzato -

Leggi anche:

SCRIVI UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Sponsorizzato -

Ultimi articoli