27.5 C
Palermo

Andrea Giambruno, chi è l’ex “first gentleman”: oggi condurrà “Diario del giorno”?

DaLeggere

Volto di “Diario del giorno” su Rete4, giornalista. Andrea Giambruno è oggi al centro dell’interesse per la separazione con la presidente Giorgia Meloni. Pare che il giornalista oggi non condurrà la trasmissione alle 15.30. Secondo i rumors che circolano in ambienti politici, Giambruno potrebbe essere sospeso dalla conduzione del programma. Ma da Mediaset ancora nessuna conferma. Ma chi è il primo “first gentleman” (ormai ex) d’Italia? Classe 1981, nato a Milano da “una famiglia molto modesta. Adolescenza a Baggio” e maturità scientifica, il cronista Giambruno dopo il lavoro a Telenova, Mtv, Sorrisi e Canzoni, approda come autore di programmi televisivi a Mediaset grazie a Kalispera con Signorini. Poi Mattino 5 e quindi Quinta Colonna, Matrix e Stasera Italia, oltre ad essere il volto di Tgcom 24 e, in tempi più recenti, di “Diario del Giorno”.


Giambruno, Mediaset sospende il giornalista da “Diario del giorno”


“In 15 anni di lavoro, in azienda – ha detto in un’intervista al Corsera qualche tempo fa difendendosi dopo alcune gaffe in diretta che avevano sollevato un polverone – non ho mai avuto un problema con nessuno”. Suo maestro, spiegava, è stato “Del Debbio che per me è un gigante e la persona che mi ha insegnato più di tutti a fare questo mestiere in 15 anni in cui ho lavorato a tutti i talk d’informazione di Mediaset”. Papà della piccola Ginevra, avuta con la premier Meloni, era definito dalla ex compagna come un genitore “fantastico, presentissimo. Passa a Milano una settimana al mese, ma quando è qui lavora quasi sempre di sera e durante il giorno sta molto” con la bimba. Gusti musicali? “Queen, Guns N’ Roses e Vasco”, diceva nel 2016.

Poche e discordanti, invece, le affermazioni sul voto da sempre a sinistra: “Il primo voto? Ulivo…Ho sempre votato Pd”, aveva raccontato sempre nel 2016 nel corso di un’intervista a Luca Telese. Affemazioni però smentite tre anni dopo, nel 2019, in una nuova intervista concessa a Libero: “Non ho mai votato a sinistra – aveva affermato -. Certo, da ragazzino sei più anarchico e tendi a essere rivoluzionario, ma io non ho mai avuto nessuna tessera. Da ragazzo ho fatto un po’ di politica come rappresentante d’istituto e tu sai che a quell’età i fighi stanno a sinistra mentre quelli di destra sono visti come stupidotti…”, le parole di Giambruno a Senaldi.


Giorgia Meloni si separa da Andrea Giambruno: ecco l’annuncio della Premier


Ma in tema di diritti è più a destra o a sinistra? Sempre a Telese, che gli faceva notare come lui e Meloni fossero una coppia di fatto, Giambruno rispondeva che “non c’è nulla di male. Tutti meritano gli stessi diritti”, mentre in tema di proibizionismo replicava: “Sono favorevole a liberalizzare le droghe. Anche pesanti”. E sulla fede diceva: “Non sono molto religioso. Per ora è così. Poi vedremo”.  Contrario alla gestazione per altri: “Ne ho discusso molto con Giorgia. Come lei sono contrario all’utero in affitto, non accetto la mercificazione dei corpi”, spiegava a Telese – ma aperto alle adozioni Lgbtqi: “So che una coppia omosessuale può amare. Svuoterei gli orfanatrofi e darei tutti i bimbi alle famiglie arcobaleno”. E sulla paura dei “due papà” replicava secco: “So quanto si può soffrire senza. Se vogliono donare amore dateglieli di corsa”. 

- Sponsorizzato -

Leggi anche:

SCRIVI UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Sponsorizzato -

Ultimi articoli