18.6 C
Palermo

Scuola e teatro contro il cyberbullismo, a Palermo “Fuori dagli Schermi”: ecco quando

DaLeggere

Si terrà giovedì 16 maggio, al Teatro Savio di Palermo, l’evento di chiusura di “Fuori dagli Schermi”, progetto innovativo che tramite l’attività teatrale promuove un utilizzo più consapevole di smartphone e social media nelle scuole. Il percorso, a cura della rete associativa Associazione Nazionale di Azione Sociale (A.N.A.S.) e della Rete Associativa partner Federazione Italiana Teatro Amatori (F.I.T.A.). All’evento, ragazzi e formatori da tutta la Sicilia si riuniranno per conoscersi e aprire un confronto sui temi del progetto, ovvero cyberbullismo e hate speech. L’evento prevede la visione di Public Baby, esperienza teatrale interattiva durante la quale i partecipanti potranno contribuire in diretta all’esito dello spettacolo, costruita anche grazie alle testimonianze raccolte nelle scuole durante Fuori dagli Schermi.

A seguire, insieme agli interventi delle istituzioni presenti, un dibattito per confrontarsi insieme – gli studenti e gli insegnanti degli istituti che hanno aderito al progetto, con i formatori di F.I.T.A. Sicilia che hanno coordinato e gestito le attività – sulle sfide e le opportunità del mondo digitale oggi, per contribuire a costruire una proposta concreta contro gli atti di violenza online che parta prima di tutto dai giovani. “Fuori dagli Schermi” è un progetto finanziato dal Ministero del Lavoro col supporto della Regione Siciliana grazie all’avviso pubblico per il finanziamento di iniziative e progetti di rilevanza regionale promossi da organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale per la realizzazione di attività di interesse generale.

Ha coinvolto attivamente nove province dell’Isola collaborando con altrettanti istituti scolastici per affrontare il tema cruciale dell’etica digitale. Le scuole coinvolte: Giovanni Verga di Comiso (Ragusa), Giovanni-Capuana di Raffadali (Agrigento), l’istituto Tecnico Economico e Tecnologico G. Garibaldi di Marsala (Trapani), Lionello Petri di Santa Teresa di Riva (Messina), Giovanni XXIII di Trabia (Palermo); l’istituto Futura – Istruzione e formazione Professionale di Niscemi (Caltanissetta); G. Giusti Sinopoli di Agira (Enna), l’istituto Professionale di Stato per i Servizi Alberghieri e Turistici Rocco Chinnici di Nicolosi (Catania), Superiore Vincenzo Messina di Palazzo Acreide (Siracusa).

 

 

 

 

 

- Sponsorizzato -

Leggi anche:

SCRIVI UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Sponsorizzato -

Ultimi articoli