34.1 C
Palermo

Palermo, bomba disinnescata: i residenti rientrano nelle abitazioni

DaLeggere

Si sono concluse oggi alle 14,15 le operazioni di disinnesco della bomba rinvenuta nella zona del porto di Palermo a fine agosto. È stata fatta brillare alle 16,15. L’ordigno, forse di costruzione statunitense, risale alla Seconda guerra mondiale e pesa circa 600 libre. L’intervento è stato eseguito dai militari del IVº Reggimento Genio Guastatori.

È di nuovo accessibile, dunque, la “zona rossa” di circa 400 metri di diametro intorno all’ordigno. I residenti della, in precedenza evacuati, hanno potuto fare ritorno alle loro abitazioni.

Il mio ringraziamento – dice il sindaco Leoluca Orlando va ai militari dell’esercito che hanno eseguito le operazioni di disinnesco dell’ordigno e alla Prefettura che ha coordinato tutte le operazioni”.

Orlando
Leoluca Orlando

“Un grande ringraziamento – aggiunge – alle forze dell’ordine, alla polizia municipale, alla Protezione Civile, alla Croce Rossa, alle aziende comunali, alle centinaia di volontari, alla Società del Palermo e a tutti coloro che hanno contribuito affinché l’intervento si svolgesse in totale sicurezza”.

“Un’operazione di evacuazione resa più complessa dalle misure anti Covid-19 ma che si è svolta comunque con grande tranquillità. Anche per questo ringrazio le migliaia di cittadini che hanno dato dimostrazione di grande civiltà e sensibilità'”.

Hanno preso parte alle operazioni 180 unità di Protezione Civile, 30 di vari uffici del Comune e 50 della polizia municipale.

 


Articoli correlati:

L’ordigno bellico ritrovato a Palermo: pronti al disinnesco

 

- Sponsorizzato -

Leggi anche:

SCRIVI UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Sponsorizzato -

Ultimi articoli