25.7 C
Palermo

Nave tunisina sperona la Finanza: spari al largo di Lampedusa

DaLeggere

Un peschereccio tunisino non si è fermato all’alt della guardia di finanza e nel tentativo di fuggire ha speronato la motovedetta italiana. La “Mohanel Anmed“, dopo l’inseguimento in acque internazionali, è stato fermato dalle Fiamme Gialle.

Il comandante dell’imbarcazione tunisina si trova in arresto a Lampedusa con l’accusa di resistenza e violenza contro nave da guerra e rifiuto di obbedire a nave da guerra. Al momento del controllo dei militari, il “Mohanel” si trovava in acque italiane durante una battuta di pesca a 9 miglia dalla costa di Lampedusa.

Dopo il rifiuto del peschereccio di fermarsi, la fuga e lo speronamento. Da qui, l’inseguimento durante il quale sono stati esplosi alcuni colpi di mitraglia in aria a scopo intimidatorio. Sul “Mohanel Anmed”, ora sotto sequestro, non sono stati trovati né migranti né droga o armi. L’episodio è avvenuto nella giornata di ieri.

 

 

 

- Sponsorizzato -

Leggi anche:

SCRIVI UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Sponsorizzato -

Ultimi articoli