13.1 C
Palermo

Coronavirus, dalle mascherine alle multe: ecco le nuove regole

DaLeggere

Decreto varato e norme che cambiano per il contrasto al contagio da Covid. La novità principale riguarda le mascherine. Considerata la recrudescenza del virus si è reso necessario indossarle anche all’aperto. Alcune Regioni avevano già adottato questo provvedimento.

L’obbligo è di portarle sempre con sé, indossarle anche all’aperto quando non è possibile mantenere una distanza “di sicurezza” con altre persone a meno che non ci si accompagni a congiunti e conviventi. Sono esentati i bambini al di sotto dei sei anni e i momenti in cui si svolge attività sportiva. Andranno indossate anche al chiuso salvo che ci si trovi in luoghi isolati o a casa propria.

Per le regole su distanze e mascherine negli uffici, nelle fabbriche, nei negozi continuano a valere i protocolli e linee-guida anti contagio già previsti. Rimane il divieto di assembramento, la distanza da mantenere con le altre persone è sempre di un metro che diventano due se si fa sport.

Obbligo di stare a casa con più di 37,5 di febbre, non cambiano le regole sulla quarantena. Restano chiuse le discoteche. Per cinema, teatri e concerti resta il limite di 200 persone per gli spettacoli al chiuso e 1000 persone per quelli all’aperto, con l’obbligo di garantire un metro di distanza tra gli spettatori e la misurazione della febbre all’ingresso.

Multe salate per chi viola le norme: da 400 a 1000 euro. Chi ha contratto il Covid ma non rispetta la quarantena rischia l’arresto da 3 a 18 mesi e un’ammenda da 500 a 5.000 euro.

Salgono a nove i Paesi verso cui si irrigidiscono i controlli. Infatti, chi arriva in Italia da Gran Bretagna, Olanda, Belgio e Repubblica Ceca dovrà sottoporsi al tampone obbligatorio. Ad oggi, è previsto per chi arriva da Croazia, Grecia, Malta, Spagna, oltre che da Parigi e altre sette regioni della Francia.

L’app Immuni per l’allerta dei soggetti venuti in contatto con persone positive al Covid, finora scaricata da 7.264.257 persone, dialogherà d’ora in poi anche con le piattaforme di tracciamento di altri Paesi europei, resterà operativa fino al 31 dicembre 2021. Poi tutti i dati personali saranno cancellati o resi definitivamente anonimi.

 


Articoli correlati:

Covid, scatta l’obbligo della mascherina all’aperto “se vicini a persone non conviventi”

Coronavirus, il Consiglio dei Ministri proroga lo stato d’emergenza

Manca il numero legale alla Camera: il nuovo Dpcm a rischio rinvio

- Sponsorizzato -

Leggi anche:

SCRIVI UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Sponsorizzato -

Ultimi articoli