34.1 C
Palermo

Economia, Di Dio: “Pressioni criminali minacciano le imprese”

DaLeggere

Il tema della pressione criminale sugli imprenditori al centro della riflessione del presidente di Confcommercio Palermo, Patrizia Di Dio. Proprio oggi il Centro studi nazionale di Confcommercio ha diffuso una relazione sul tema in questione.

“La politica regionale e quella nazionale – dice –  agiscano con senso di responsabilità dando alle imprese quegli aiuti economici annunciati da mesi e che molto spesso si sono rivelati solo promesse vacue”. 

Il rischio di un ricorso a usurai e sciacalli per fronteggiare la mancanza di liquidità delle imprese è sempre più tangibile e non è certo la via d’uscita, semmai l’ingresso nel tunnel della disperazione dal quale un imprenditore non riuscirà mai più a tirarsi fuori”.

L’analisi di Confcommercio è stata condotta su un campione di 682 imprese con meno di nove dipendenti e conferma come il fenomeno dell’usura negli ultimi quattro mesi sia notevolmente cresciuto in tutta Italia, con percentuali molto più alte nel Mezzogiorno.

“Proprio l’altro ieri – continua Di Dio è saltata la procedura legata al Bonus Sicilia che avrebbe dato un minimo di liquidità alle imprese: ascoltiamo promesse ma non vediamo fatti. Come si può pensare di andare avanti così, con una emergenza sanitaria ed economica che non accenna ad allentare la pressione? Lo Stato deve fare la sua parte, bene e in fretta, perché tra qualche settimana sarà già troppo tardi per molti. E insieme alle imprese crolla il Paese”. 

- Sponsorizzato -

Leggi anche:

SCRIVI UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Sponsorizzato -

Ultimi articoli