29.2 C
Palermo

“Zona rossa” revocata alla Missione Speranza: “Grazie presidente”

DaLeggere

Revocata la “zona rossa”, nelle quattro sedi della Missione Speranza e Carità di Biagio Conte. La decisione era stata presa dopo la scoperta del focolaio di Coronavirus che si era sviluppato in via Decollati. Gli ospiti della Missione sono stati sottoposti a tampone e delle decine di contagi che si erano verificati a settembre soltanto uno è ancora positivo. Il presidente della Regione, Nello Musumeci, ha quindi emanato un’ordinanza che pone fine al periodo di quarantena che si era reso necessario rimuovendo il divieto di entrata e di uscita.

“Eravamo certi – spiegano i missionari che ringraziano ‘di vero cuore’ il presidente della Regione – della grande sensibilità e attenzione verso i poveri della Missione da parte di Musumeci. Possono così riprendere i lavori per la ristrutturazione di un padiglione della missione di via Decollati, la cui prima pietra è stata posta proprio dal lui  il 31 agosto”.

Poi allargano i ringraziamenti anche al sindaco Leoluca Orlando: “Lo ringraziamo per l’affetto e la vicinanza così come il prefetto Giuseppe Forlani, e l’Arcivescovo di Palermo don Corrado Lorefice e tutta la Conferenza Episcopale Siciliana. Ringraziamo inoltre tutte le autorità civili, militari, sanitarie, le associazioni e i cittadini. Ringraziamo tutti i fratelli e sorelle accolti che si sono impegnati e che continuano a impegnarsi a rispettare tutte le prescrizioni che ci vengono suggerite dalle autorità sanitarie”.

 


Articoli correlati:

Covid, contagi isolati nella Missione di Biagio Conte: “Teniamo duro” (Video)

Covid-19, incendi e sassaiole alla Missione Speranza: ospiti in rivolta (Diretta Video)

Positivo al Coronavirus tenta la fuga dalla Missione di Biagio Conte

“Aiutateci, siamo allo stremo”: altri positivi nella Missione Speranza

Coronavirus, casi in aumento nella missione di Biagio Conte: 64 più di ieri

Focolaio Coronavirus, la Missione Speranza e Carità diventa “zona rossa”

 

- Sponsorizzato -

Leggi anche:

SCRIVI UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Sponsorizzato -

Ultimi articoli