11 C
Palermo

“Armati e pericolosi”, arrestati i fratelli Del Popolo Marchitto nel Catanese|VIDEO

DaLeggere

Ozzy Osbourne annulla il tour: “Non sono in grado di affrontarlo”

L’intero tour di Ozzy Osbourne, compresa la data prevista per il 12 maggio all’Unipol Arena di Bologna, è cancellato.

Meteo, inizio febbraio tra caldo anomalo e gelo

Altalena termica: le temperature saliranno in modo repentino entro il weekend, in particolare nei valori massimi; poi, da lunedì prossimo, dovremo tirare di nuovo...

L’avvocato della vittima di Alfredo Cospito: “Lo ha gambizzato, ma il 41 bis è inutile”

”Io sono contrario in termini generali al 41 bis, perché la ritengo una misura inadeguata, che lede i diritti previsti dalla nostra Costituzione”.

Alfredo Cospito resta al 41 bis, il medico: “Con il carcere duro morirà”

”Alfredo Cospito è stato trasferito ieri nel carcere di Opera, ma questo non ha cambiato assolutamente il regime carcerario del detenuto”. Lo ha dichiarato il vice premier Antonio Tajani.

VIDEO IN BASSO

Sono stati arrestati a Mascali (Catania), lo scorso 7 gennaio, i fratelli Giuseppe e Daniele Del Popolo Marchitto. I due, di 48 e 41 anni, sono accusati di concorso di “detenzione e porto in luogo pubblico di armi comuni da sparo”, “danneggiamento aggravato” e “violenza privata”. A Daniele Del Popolo Marchitto, come spiegano i carabinieri che hanno curato l’arresto “è stato contestato anche il reato di evasione, nonché l’aggravante di aver commesso le condotte illecite in esame mentre si era volontariamente sottratto all’esecuzione di un ordine di carcerazione”.

Quest’ultimo infatti, approfittando di un “permesso premio”, lo scorso 11 ottobre, non è più rientrato nel carcere di Favignana, dove doveva scontare ancora 6 anni di reclusione. L’indagine avrebbe permesso di accertare come “i due soggetti, illegalmente avrebbero detenuto e portato con loro in luoghi pubblici, delle armi da fuoco perfettamente funzionanti”. Considerata pertanto la gravità e pericolosità delle fattispecie di reato contestate, il gip etneo ha quindi emesso il provvedimento di custodia cautelare in carcere. “Poiché i fratelli erano da ritenersi potenzialmente armati e pericolosi – aggiungono dall’Arma – la prima irruzione nell’appartamento scelto dai due per nascondersi, in un residence a Mascali, è stata condotta dalle Aliquote di Primo Intervento – A.P.I. di Catania”.

Queste ultime, riuscite ad entrare rapidamente nei locali interni, insieme agli altri militari hanno bloccato e reso inoffensiva la coppia “effettivamente in possesso di 2 pistole calibro 9×21, cariche e con il colpo in canna, pronte pertanto a far fuoco”. Durante la perquisizione sono stati trovati e sequestrati quasi 2.000 euro in contanti “quale verosimile provento di spaccio, vari tipi di stupefacente quali cocaina, hashish e marijuana, nonché strumenti per pesatura, confezionamento e taglio delle sostanze illecite”. I due uomini sono stati rinchiusi nel carcere di Catania-Piazza Lanza.

 

 

 

 

 

- Sponsorizzato -

Leggi anche:

SCRIVI UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Sponsorizzato -

Ultimi articoli

Incidente mortale a Palermo, scontro camion-furgone: un uomo perde la vita

Lo scontro è avvenuto in viale Regione Siciliana.

Agente di polizia penitenziaria aggredito al carcere di Termini Imerese

Aggressione nei confronti di un agente della polizia penitenziaria al carcere di Termini Imerese, in provincia di Palermo.

Spettacoli, Manlio Dovì e Chris Clun a Palermo con “Spasso… a due”: ecco quando

A Palermo due generazioni di comicità a confronto: quella del varietà classico all’italiana di Manlio Dovì e la satira virale ed irriverente che passa prima sui social network di Chris Clun.

Tragedia sfiorata a Ficarazzi, mamma sviene e finisce sul figlio neonato di 4 mesi

I carabinieri sono stati avvisati dalla nonna del piccolo.