32.5 C
Palermo

Modica, il Teatro Garibaldi si rifà il look: conto alla rovescia per il pubblico

DaLeggere

Conto alla rovescia per la fine del restauro del Teatro Garibaldi di Modica, Ragusa, che diventa così una struttura all’avanguardia. Le opere di ammodernamento erano iniziate a giugno. Un restyling ben riuscito grazie al finanziamento messo a bando dall’assessorato regionale ai Beni Culturali e al cofinanziamento del Comune di Modica per gli interventi di manutenzione straordinaria.

I lavori si sono concentrati su tre campi principali, ovvero l’innovazione tecnologica, l’adeguamento di tutti gli impianti e il restauro edilizio. L’acquisto di “americane” porta fari motorizzate e di un servizio di amplificazioni e luci hanno reso più che moderno tutto il teatro, ambienti eleganti e nuovi servizi igienici hanno fatto il resto. Sono stati ritinteggiati anche i corridoi d’ingresso ai palchi, le porte esterne e interne, comprese le uscite di sicurezza, e anche le finestre. Si sono rifatti il look anche i camerini degli attori, l’arredamento del botteghino e la sostituzione di tutti i fan coil con quelli di ultima generazione.

Anche l’esterno ha giovato di questo importante intervento con la sostituzione della rampa di accesso per i disabili e delle bacheche esterne. L’orologio che campeggia sul prospetto anteriore del teatro è stato riparato e illuminato, simbolo del ritorno del Teatro Garibaldi, la cui attività fu interrotta a marzo scorso a causa dell’emergenza Covid.

“Siamo riusciti ad intercettare il giusto bando che ci ha permesso di ottenere il finanziamento richiesto – spiega Ignazio Abbate, presidente della Fondazione Teatro Garibaldi e sindaco di Modica – questo ci ha permesso di non far gravare i costi di manutenzione straordinaria sulle casse comunali e al tempo stesso rendere sempre più accogliente la struttura. La sinergia che ormai da tempo c’è tra Fondazione e Comune è riuscita dunque a consentire di avviare questa proficua ed importante azione di riqualificazione per il nostro teatro che è il centro culturale della città, ma ormai punto di riferimento nel Sud Est siciliano”.

Il sovrintendente Tonino Cannata  aggiunge che quello di Modica è “un teatro più bello grazie a importanti lavori di ristrutturazione realizzati in tempi rapidissimi, che presto tornerà a ospitare i suoi spettatori. Ripartiamo ed emozioniamoci lì dove sempre lo abbiamo fatto: la nostra casa”.

- Sponsorizzato -

Leggi anche:

SCRIVI UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Sponsorizzato -

Ultimi articoli