26.2 C
Palermo

Il virus corre in Sicilia: in un giorno 1729 casi, 23 morti e due “zone rosse”

DaLeggere

Il virus corre in Sicilia: sono 1.729 i nuovi casi di Coronavirus nell’Isola per un totale di 40.110 dall’inizio della pandemia. Anche oggi si contano nuovi decessi, sono 23 le vittime registrate in 24 ore dal bollettino del ministero della Salute.

I dimessi perché guariti salgono a 11.444, unico trend, questo, che rivela un andamento in positivo in un periodo costante. I casi identificati da sospetto diagnostico aumentano a 24.924 mentre quelli scoperti da attività di screening salgono a 15.186.

Il totale dei tamponi effettuati è di 809.193 test di cui 9.274 eseguiti in un solo giorno. I ricoverati con sintomi sono adesso 1.462 di cui 215 in Terapia Intensiva. In isolamento domiciliare ci sono 26.129 soggetti, gli attualmente positivi sono 27.806.

Intanto, in Sicilia prosegue la campagna dei tamponi rapidi in modalità drive-in in 40 città dell’Isola. Proprio oggi, inoltre, il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, ha istituito due “zone rosse” a Misilmeri, Palermo, e a Bronte, Catania. La richiesta è arrivata dai sindaci che hanno visto aumentare i positivi in misura esponenziale.

A Palermo, sono scattate le nuove misure restrittive decise dall’ultima ordinanza del sindaco Leoluca Orlando che in un primo momento aveva pure chiuso le scuole dell’obbligo, facendo poi marcia indietro dopo le rassicurazioni del Ministro Roberto Speranza e del governatore siciliano. Al momento, vige il divieto di stazionare nel centro città e, nei fine settimana, non è possibile rimanere in spiaggia.

Sempre più insistenti le voci sulla possibilità di avere a disposizione il vaccino contro il virus entro i primi mesi del prossimo anno. Intanto dalle istituzioni arrivano quotidianamente notizie sempre più contrastanti soprattutto sui tamponi: dato non bene delineato nel bollettino del ministero della Salute.

Nello stesso giorno, infatti, è capitato anche di ricevere nelle redazioni notizie tra loro diametralmente opposte: alcune sostenevano che i test effettuati nei drive-in non sarebbero inseriti nei bollettini governativi, altre hanno affermato il contrario.

 


Articoli correlati:

Covid, il giorno più nero in Sicilia: 1707 nuovi casi e 35 morti in 24 ore

Covid, boom di contagi in Sicilia: 1692 casi e 40 morti in un giorno

Covid, in un mese oltre 13mila casi: “Sicilia tra le regioni più a rischio”

Covid, impennata di casi in Sicilia. L’Oms: “I contagi raddoppieranno”

- Sponsorizzato -

Leggi anche:

SCRIVI UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Sponsorizzato -

Ultimi articoli