31.4 C
Palermo

Palermo sommersa dai rifiuti, Lagalla: “Cambio di passo o servizio ai privati”

DaLeggere

Emergenza rifiuti a Palermo, o si cambia registro o il servizio di raccolta verrà affidato ai privati. Parola del sindaco Roberto Lagalla ospite, ieri, della trasmissione Agorà su Trm. L’orizzonte temporale dell'”ultimatum” è l’estate, se per allora non ci sarà stato un cambio di passo “si metteranno in campo altre soluzioni”. Mai come in questi giorni, infatti, complici le Feste natalizie, la raccolta è entrata in affanno: intere vie del capoluogo sono invase dai rifiuti. Sacchi di immondizia sparsi per le strade e anche la raccolta degli ingombranti sembra andare a rilento. Lagalla ha detto di aspettarsi un “piano industriale” degno di questo nome” e di non voler abbandonare i vertici dell’azienda, la Rap, che “sono in sella soltanto da sette mesi”.


Palermo, Zisa invasa dai rifiuti: “Qui niente differenziata, ma ‘selezionata’”


Il primo cittadino è ben consapevole che, mai come in questo momento, l’immagine dell’Amministrazione comunale è legata al servizio di raccolta rifiuti. Per questo motivo, è stato molto chiaro nell’affermare che se non ce ne dovessero essere le condizioni, si ricorrerà all’esternalizzazione di alcuni servizi perché non “non è possibile rimanere legati all’azienda” se entro l’estate non si normalizzerà la raccolta e se non si raddoppierà la differenziata. E dopo l’ultimatum, arriva perfino lo spettro del commissariamento a cui Lagalla non si sottrarrebbe nel caso in cui non si trovassero soluzioni adeguate.

 

 


LEGGI ANCHE:

Qualità della vita, Palermo ultima in classifica tra le città europee: il report

- Sponsorizzato -

Leggi anche:

SCRIVI UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Sponsorizzato -

Ultimi articoli