11 C
Palermo

Messina Denaro, rivelazione a Striscia: “Si poteva arrestare nel 2012”

DaLeggere

Meteo, inizio febbraio tra caldo anomalo e gelo

Altalena termica: le temperature saliranno in modo repentino entro il weekend, in particolare nei valori massimi; poi, da lunedì prossimo, dovremo tirare di nuovo...

L’avvocato della vittima di Alfredo Cospito: “Lo ha gambizzato, ma il 41 bis è inutile”

”Io sono contrario in termini generali al 41 bis, perché la ritengo una misura inadeguata, che lede i diritti previsti dalla nostra Costituzione”.

Alfredo Cospito resta al 41 bis, il medico: “Con il carcere duro morirà”

”Alfredo Cospito è stato trasferito ieri nel carcere di Opera, ma questo non ha cambiato assolutamente il regime carcerario del detenuto”. Lo ha dichiarato il vice premier Antonio Tajani.

Russia, ex collaboratore di Putin: “Possibile golpe nei prossimi mesi”

”In questo momento, penso che un colpo di stato militare possa essere possibile”. Sono le parole di Abbas Gallyamov, l’ex speechwriter di Vladimir Putin.

Nuove rivelazioni su Matteo Messina Denaro ieri sera a Striscia la notizia alle 20.35 su Canale 5. Secondo alcune dichiarazioni dell’ex dirigente generale della polizia di Stato Antonio Del Greco, intervistato in esclusiva da Jimmy Ghione, il boss di Cosa Nostra avrebbe potuto essere arrestato già nel 2012. Ma il rapporto stilato da Del Greco venne ignorato. “Nel 2012 sono entrato in contatto con una fonte che sosteneva di avere informazioni su Matteo Messina Denaro – racconta Del Greco -. A mio modo di vedere quelle informazioni erano molto verosimili”.


Messina Denaro, interrogatorio di garanzia per Andrea Bonafede


“Tra le altre cose, la fonte rivelò che alcuni agenti di polizia impiegati nella ricerca di Messina Denaro soggiornavano, a loro insaputa, in alberghi la cui proprietà era riconducibile al boss di Castelvetrano. Che in quelle occasioni, annusando il pericolo, prendeva un motoscafo e fuggiva in Tunisia, in attesa di tornare in Sicilia”.

Eppure, nonostante Del Greco avesse informato ufficialmente la sua direzione centrale con un rapporto dettagliato con nomi e luoghi, che sarebbe dovuto arrivare agli organi inquirenti, non successe nulla. “Per tanto tempo ho atteso un riscontro, una telefonata. La fonte stessa mi sollecitava dicendosi disponibile a fornire qualsiasi indicazione utile a condurre gli inquirenti nei luoghi segnalati nel rapporto. Ma non si seppe più nulla, fino ai giorni nostri”, conclude Del Greco.

 

 


LEGGI ANCHE:

Blitz antimafia a Palermo, i boss contro Riina: “Buscetta sì che aveva le palle”

- Sponsorizzato -

Leggi anche:

SCRIVI UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Sponsorizzato -

Ultimi articoli

Agente di polizia penitenziaria aggredito al carcere di Termini Imerese

Aggressione nei confronti di un agente della polizia penitenziaria al carcere di Termini Imerese, in provincia di Palermo.

Spettacoli, Manlio Dovì e Chris Clun a Palermo con “Spasso… a due”: ecco quando

A Palermo due generazioni di comicità a confronto: quella del varietà classico all’italiana di Manlio Dovì e la satira virale ed irriverente che passa prima sui social network di Chris Clun.

Tragedia sfiorata a Ficarazzi, mamma sviene e finisce sul figlio neonato di 4 mesi

I carabinieri sono stati avvisati dalla nonna del piccolo.

Smog, 29 città su 95 oltre i limiti giornalieri: tra queste Palermo e Catania

Nel 2022, 29 città su 95 hanno superato i limiti giornalieri di Pm10 e tra queste ci sono anche Palermo e Catania.